PIA Piccole Imprese 2015 - FAQ

 

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento pdf, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ è elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca
Documenti FAQDocumento in formato pdf (contiene 244 FAQ) - [Scarica  .pdf  - 167 Kb]
Documento in formato excel - [Scarica file.xls]

..: Sono presenti 244 FAQ :..


  - (D) Ai fini dell'investimento in Attivi Materiali, è ammesso l'acquisto di un server in housing presso una Server Farm esterna o è necessario che lo stesso risieda fisicamente presso la sede operativa destinataria dell'investimento?

(R)
I beni devono essere presenti fisicamente presso l’unità locale oggetto di investimento.
  - (D) In caso di progetti rientranti nel codice Ateco 62, ai sensi dell'Art. 2 comma 6 dell'Avviso è possibile derogare al limite del 20% dell'investimento in Attivi Materiali a condizione che si dimostri di disporre di attrezzature "as a service" per un valore pari al restante 15%. Nel piano dei costi tale valore, pari ad almeno il 15% dell'investimento complessivo in quale voce di costo deve essere imputato? In quella di "Altri costi di esercizio"?

(R)
La deroga del valore massimo del 15% non può essere imputato in nessuna voce di costo. In particolare qualora l’impresa opti per detta deroga deve dimostrare di utilizzare servizi “as a service” fornendo una relazione, a firma di un esperto, che dimostri come quei beni, acquisiti in modalità “as a service” sono sufficienti a garantire l’esecuzione delle attività previste e che qualora fossero stati acquistati come beni nuovi di fabbrica avrebbero avuto un costo pari al valore mancante per il raggiungimento della soglia del 20%. Quest’ultimo aspetto deve essere dimostrato con preventivi di spesa allegati alla relazione mentre in fase di rendicontazione l’impresa deve dimostrare mediante fatture di aver sostenuto i costi predetti in modalità “as a service”.
  - (D) Salve in riferimento alla necessità di mantenere una contabilità separata o una adeguata codifica dei costi di progetto vorremmo supporto per capire come procedere con i costi del personale visto che ci risulta praticamente impossibile procedere con la contabilizzazione separata di personale allocato su più progetti.

Sarebbe possibile avere delle alternative per voi accettabile su come operare una adeguata codifica di tali costi ?

Tale tracciamento potrebbe essere fatto extracontabilmente?

Potrebbe essere utile fornire il dettaglio dei costi del personale e di tutto il progetto nella nota integrativa del bilancio? Ovviamente per gli ultimi costi di progetto bisognerebbe attendere la chiusura del bilancio successivo.

Eventualmente con chi potremmo parlare per discutere più ampiamente la questione?

Grazie mille per il supporto


(R)
L’adeguata codifica dei costi di personale può avvenire attraverso una impostazione del Software di contabilità dei costi con il CUP o il nome PIA o la denominazione del progetto.
Tale tracciamento NON può essere fatto extracontabilmente.
Il dettaglio dei costi del personale e di tutto il progetto nella nota integrativa del bilancio è opportuno ma NON è sostitutivo della codifica.
La codifica può essere anche registrata (sempre con il CUP o il nome PIA o la denominazione del progetto) sul Libro Giornale con la distinzione del costo del personale mensile in relazione al progetto agevolato.
  - (D) Vorrei sapere quando il deposito di cila o scia al suap possa essere fatto senza che comporti l'inammissibilità totale della domanda (inizio attività) o parziale delle opere denunciate (ad esempio la ristrutturazione dell'immobile inserito nel progetto). Nello specifico si chiede dopo quale fase nei due casi sopracitati possa essere presentata senza invalidare la domanda o l'ammissibilità a contributo della parte di attività in essa denunciata.

(R)
Ai sensi dell'art. 15 dell'Avviso l'avvio del programma di investimenti deve avvenire successivamente alla ricezione della comunicazione di ammissione alla fase di presentazione del progetto definitivo.
Pertanto la CILA o SCIA se non riportante la data di avvio dei lavori e se accompagnata da specifica indicazione, da parte del tecnico, nella relazione di cantierabilità allegata all'istanza di accesso, che i lavori di cui alla CILA o SCIA non risultano avviati e saranno avviati solo a seguito dell'ammissione dell'istanza di accesso, può essere depositata anche a seguito di presentazione dell'istanza di accesso. L'importante è poter dimostrare che detto titolo autorizzativo ha avuto un avvio lavori successivo alla data di ricezione della comunicazione di ammissione alla fase di presentazione del progetto definitivo.
  - (D) Si richiede a firma di chi debbano essere prodotti gli allegati relativi alle prestazioni di consulenza?

(R)
Gli allegati di “DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DI CONSULENZA” per la rendicontazione dei SAL per Contratti di Programma, PIA Medie Imprese e PIA Piccole Imprese e PIA Turismo:
• C5, E5 ed F5, nell’ambito dei Contratti di Programma (approvati con D.D. n. 785 del 15 settembre 2020 - BURP n. 134 del 24/09/2020);
• C5, E5 ed F5, nell’ambito del PIA Medie Imprese (approvati con D.D. n. 760 del 13 agosto 2020 - BURP n. 118 del 20/08/2020);
• C5, D5, E5 ed F5, nell’ambito del PIA Piccole Imprese (approvati con D.D. n. 759 del 13 agosto 2020 - BURP n. 118 del 20/08/2020);
• C5 e D5, nell’ambito del PIA Turismo (approvati con D.D. n. 805 del 21 settembre 2020);
sono stati oggetto di ulteriore precisazione, inserendo nella sezione dedicata agli estremi del dichiarante, il campo di indicazione della “qualità” del dichiarante stesso, il nominativo della società di consulenza o del professionista incaricato ed il relativo codice fiscale e/o partita Iva.
Si chiarisce che i predetti allegati sono da far compilare e sottoscrivere digitalmente dalla società di consulenza o dal professionista incaricato dal soggetto beneficiario delle agevolazioni.
Pag. 2 di 49 : Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. [10 Succ.]