PIA Piccole Imprese 2015 - FAQ

 

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento pdf, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ è elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca
Documenti FAQDocumento in formato pdf (contiene 244 FAQ) - [Scarica  .pdf  - 167 Kb]
Documento in formato excel - [Scarica file.xls]

..: Sono presenti 244 FAQ :..


  - (D) Buongiorno
Vorrei sapere?
1. E' prevista la concessione di una anticipazione?
2. Entro quanto tempo deve concludersi l'investimento?

(R)
L’anticipazione del 50% del contributo è possibile a conclusione della valutazione del progetto definitivo ed a seguito di concessione provvisoria delle agevolazioni e relativa sottoscrizione del disciplinare. Tuttavia, l’anticipazione deve essere corredata di apposita polizza fidejussoria a garanzia dell’importo richiesto.
Si auspica una tempistica di realizzazione dei programmi di investimenti non superiore ai 36 mesi.
  - (D) E' ammissibile l’acquisto o costruzione di una nuova unità immobiliare ove trasferire la sede legale ed operativa dell’impresa? Si precisa che la sede attuale non è di proprietà dell'azienda e pertanto il trasferimento avverrebbe con contestuale chiusura e risoluzione del contratto di locazione in essere.

(R)
Si, nell’ambito di un programma di investimenti integrato così come prevede l’Avviso.
  - (D) L'art. 3 del Bando recita che possono presentare domanda le imprese di piccola dimensione, come da definizione dell'all. I del Reg. Ue 651/2014, il quale, al. 2 dell'art. 4, dice che "Se, alla data di chiusura dei conti, un'impresa constata di aver superato su base annua le soglie degli effettivi o le soglie finanziarie di cui all'articolo 2, o di essere scesa al di sotto di tali soglie, essa perde o acquisisce la qualifica di media, piccola o microimpresa solo se questo scostamento avviene per due esercizi consecutivi".
Un'impresa che nel 2016 ha superato i limiti della piccola impresa (oltre 50 dip), nel 2017, si definisce ancora "piccola impresa" o si classifica nel novero delle medie imprese? Si può presentare domanda come "piccola impresa" fino alla fine del 2017? Come si evincerebbe dall'art. 3 del bando, conta la data di presentazione della domanda ai fini di catagolare l'impresa come di piccola o media dimensione?

(R)
L’impresa può presentare istanza di accesso nell’ambito del PIA Piccole nel corso dell’anno 2017 se ritiene di confermare nel 2017 la sua qualifica di piccola impresa non superando le soglie anche nell’anno 2017. Tuttavia, se al momento della presentazione dell’istanza di accesso l’impresa è certa di consolidare il superamento della soglia e, pertanto, di diventare media impresa, è necessario che la stessa proponga istanza nell’ambito del PIA Medie in quanto nel momento in cui l’impresa otterrà la concessione provvisoria delle agevolazioni sarà una media impresa.
  - (D) Salve,
con riferimento all’Art. 3 comma 1 dell’Avviso, si chiede se l’istanza di accesso può essere presentata da una new-co di piccole dimensioni non attiva (con sede in Puglia), con quote di partecipazione suddivise tra due imprese (PMI) con sede legale fuori dalla Regione Puglia e una piccola impresa ubicata sul territorio pugliese.
Nel caso tale iniziativa risulti ammissibile, i requisiti di ammissibilità (fatturato medio non inferiore a 1,5 milioni di euro nei tre esercizi precedenti e numero ULA almeno pari a 10 nei 12 mesi precedenti) e le informazioni economico finanziarie da riportare devono essere relative alla sola impresa controllante oppure all’intera compagine societaria?

(R)
la new.co può presentare istanza solo se nella sua compagine societaria esiste una impresa controllante che possiede i requisiti per accedere al PIA. chiaramente nel caso prospettato i dati da inserire in fase di redazione dell'istanza della new.co devono essere quelli dell'impresa controllante.
  - (D) si prevede di presentare un progetto integrato che prevede l’ampliamento dell’unità produttiva esistente, attraverso l’acquisizione di suolo pubblico adiacente all’attuale sede produttiva.
Con riferimento alla documentazione relativa alla disponibilità della sede, da presentare nella prima fase di accesso, si richiede se è sufficiente la delibera di assegnazione del suolo da parte del comune oppure se è necessario un contratto preliminare di compravendita, eventualmente condizionato all’approvazione del progetto.

(R)
In fase di accesso è necessario acquisire sia la delibera che copia di contratto preliminare di compravendita.
Pag. 8 di 49 : Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. [10 Succ.]