Titolo II Turismo - Capo VI - FAQ

 

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento pdf, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ è elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca
Documenti FAQDocumento in formato pdf (contiene 44 FAQ) - [Scarica  .pdf  - 38 Kb]
Documento in formato excel - [Scarica file.xls]

..: Sono presenti 44 FAQ :..


24 - (D) Gradirei sapere cortesemente se sia finanziabile l'acquisto e ristrutturazione di un Centro Sportivo Polivalente che non fa parte di alcuna struttura turistico-alberghiera. Infatti, il Codice ATECO corrispondente (93.11.30) risulta ammissibile, tuttavia l'art. 3 del Bando ("Tipologie di investimenti ammissibili"), sembrerebbe finanziare le strutture sportive solo in quanto strutture annesse a quelle turistico-alberghiere.

(R)
Ai sensi dell’Avviso è possibile la realizzazione di una struttura da adibire esclusivamente alla gestione di impianti sportivi e polivalenti non connessa ad una struttura ricettiva.
23 - (D) L'art. 2 del Bando elenca tra le attività ammissibili il codice 82.30.00 "organizzazione di convegni e fiere". Tuttavia il comma 7 dell'articolo 3 recita che le attività economiche della sezione N ed R rientrano nella tipologia della lettera a) dell'art.3 dell'Avviso in quanto si tratta di servizi funzionali allo svolgimento dell'attività turistico-alberghiera.Si domanda pertanto se gli investimenti per l'apertura e la gestione di un centro congressuale sia ammissibile in se stesso oppure soltanto come servizio annesso di un albergo.

(R)
Ai sensi dell’art. 3 dell’Avviso, sono ammissibili gli interventi volti alla realizzazione di nuove unità produttive rientranti nelle attività ammissibili delle divisioni N ed R del codice Ateco, purchè il progetto sia presentato da soggetto proponenti che alla data di presentazione della domanda di agevolazione sia regolarmente costituito ed iscritto nel Registro delle Imprese. E’ possibile, pertanto, la realizzazione di un centro congressuale non connesso ad una struttura ricettiva.
22 - (D) Dalla verifica dei codici ATECO 2007 ammissibili al bando TITOLO II CAPO VI, ho verificato che il codice 93.11.90 "Gestione degli altri impianti sportivi nca" è ammissibile. Vorrei sapere se sono ammissibili anche le spese inerenti i servizi accessori (es.: bar) ed al servizio esclusivo di tali impianti sportivi.

(R)
Si, tali investimenti rientrerebbero tra quelli agevolabili ai sensi dell’Avviso. Si precisa che ai sensi dell’art. 3 comma 10, quando gli investimenti proposti da una impresa riguardano anche interventi sui servizi funzionali allo svolgimento dell’attività, il soggetto proponente deve dimostrare di possedere il relativo codice Ateco di attività secondario riferito al servizio oltre al codice Ateco dell’attività principale. Dovrà, inoltre, fornire le autorizzazioni/comunicazioni/segnalazioni necessarie allo svolgimento sia dell’attività principale e sia delle eventuali attività secondarie.
21 - (D) Un impresa intende accedere alle agevolazioni del presente bando senza accedere alcun finanziamento bancario.
In sostanza si accontenterebbe del solo contributo in c/impianti rinunciando al contributo in c/interessi.
Si domanda se per accedere alle agevolazioni bisogna per forza accendere un finanziamento bancario oppure, limitando la richiesta al solo contributo in c/impianti, se ne possa fare a meno.

(R)
Per poter presentare domanda sullo strumento titolo II Capo 6 è necessario presentarsi ad un istituto di credito tra quelli accreditati, che le conceda un finanziamento bancario a copertura totale o parziale dell’investimento presentato.
20 - (D) volevo sapere se per l'acquisto di un trullo c e ' sia l agevolazione del 20 percento che quella sul montante interessi? grazie

(R)
Innanzitutto si fa presente che la creazione di nuove strutture turistico-alberghiere può essere realizzata esclusivamente negli immobili con le caratteristiche citate dall’art. 3, comma 1, lett. d) ed e) dell’Avviso. Inoltre, il proponente dovrà dimostrare che gli interventi finalizzati tendano, oltre che al consolidamento, restauro e risanamento conservativo dell’immobile, anche al superamento delle barriere architettoniche, al rinnovo e aggiornamento tecnologico, al miglioramento dell’impatto ambientale. In caso contrario non è finanziabile l’acquisto del solo immobile. Nel caso in cui i predetti requisiti siano soddisfatti, sull’acquisto dell’immobile viene calcolato sia il contributo in conto impianti e sia il contributo calcolato sul montante degli interessi.
Pag. 5 di 9 : Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ.