Titolo II - Capo 3 - FAQ

 

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento pdf, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ è elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca
Documenti FAQDocumento in formato pdf (contiene 124 FAQ) - [Scarica  .pdf  - 75 Kb]
Documento in formato excel - [Scarica file.xls]

..: Sono presenti 124 FAQ :..


124 - (D) Si chiede cortesemente se i liberi professionisti possono presentare domanda sul titolo II capo 3 come studi associati o esclusivamente come singoli professionisti.
grazie

(R)
L'Art. 2, comma 1, lettera d), dell'Avviso prevede che i "liberi professionisti, in quanto equiparati alle piccole e medie imprese come esercenti attività economica, secondo l’art. 12, legge 22 maggio 2017, n. 81" siano tra i beneficiari delle agevolazioni.
L'avviso non esclude esplicitamente l'esercizio dell'attività professionale nella forma dell'Associazione tra professionisti.
Tutto ciò premesso, si evidenzia che un'associazione tra professionisti può presentare domanda purché in possesso di partita iva, anche se non iscritta al registro delle imprese. Resta inteso che il soggetto proponente della domanda di agevolazione, in tal caso, è l'Associazione tra professionisti
123 - (D) Vorrei sapere se sono finanziabili ai sensi del Titolo II Capo III i costi per la progettazione di uno studio di design relativa alle seguenti prestazioni: rilievo del sito dell'opera; redazione del progetto di massima con distribuzione degli ambienti e arredamento; redazione del progetto esecutivo con quotature e dimensionamenti per l'esecuzione; progettazione architettonica degli impianti tecnologici; redazione di particolari costruttivi e decorativi per la realizzazione delle finiture; progettazione logotipo e immagine coordinata aziendale; direzione lavori con visite periodiche in cantiere.
Distinti saluti.

(R)
L’Art. 36 del Regolamento riporta l’elenco delle spese ammissibili; in relazione al Suo quesito, si evidenzia che sono ammissibili esclusivamente le spese di progettazione ingegneristica e di direzione lavori riferite alle Opere Murarie.
122 - (D) Un'impresa che deve acquistare un AUTOMEZZO può dimostrare che effettua il ricovero del mezzo in un DEPOSITO C/2?

(R)
Il luogo di ricovero dei mezzi deve essere idoneo e, pertanto, in grado di garantire la custodia del mezzo; pertanto, a parte la corretta destinazione d’uso (C2 è deposito – non autorimessa che è, invece, C/6) è comunque necessario dimostrare l’idoneità del luogo individuato.
121 - (D) buongiorno, sto richiedendo il contributo per l'apertura di una nuova sede della mia attività, non ho acquistato un nuovo immobile ma stipulato un contratto di locazione e la vecchia sede della mia attività permane. cosa devo allegare alla voce TITOLO DI DISPONIBILITA DELL'IMMOBILE?

(R)
Deve allegare il titolo di disponibilità (nel caso indicato il contratto di locazione) della nuova sede dove viene realizzato l’investimento.
120 - (D) Salve, volevo sapere se per il pagamento di un fornitore fosse possibile ricorrere (oltre che al finanziamento bancario) anche ad una finanziaria tipo Agos, Mercedes Financial Service, ecc..


(R)
Ai sensi del comma 4 art. 13 dell’Avviso, tutti i pagamenti (assegni, RIBA, bonifici, cambiali) dei titoli di spesa devono transitare su un conto corrente intestato al Soggetto proponente.
Nel caso da Lei esposto, la modalità di pagamento parziale sarebbe ammissibile a condizione che l'impresa proponente dimostri che il finanziamento terzo sia stato ESTINTO INTERAMENTE fornendo:
- copia del contratto di finanziamento (Agos, Findomestic, ecc.);
- copia della contabile bancaria mediante la quale la società finanziaria paga il fornitore (tale pagamento parziale non transita dal c/c aziendale contrariamente a quanto previsto dal comma4 dell’art. 13 dell’Avviso);
- copia del titolo di pagamento (transitato da C/C aziendale) mediante il quale viene estinto il debito nei confronti della società finanziaria (Agos, Findomestic, ecc.);
- copia dell’estratto conto (o lista movimenti firmata e timbrata dalla banca) da cui emerga l’addebito del pagamento a favore della finanziaria terza.

L'unica dichiarazione liberatoria che si dovrà fornire sarà quella del fornitore che descriverà, in modo puntuale, il pagamento della fattura come sia avvenuto (in parte dal proponente con le modalità di volta in volta ricorse e in parte mediante bonifico della finanziaria terza).
Pag. 1 di 25 : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. [10 Succ.]