Titolo II - Capo 3 - FAQ

 

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento pdf, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ è elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca
Documenti FAQDocumento in formato pdf (contiene 126 FAQ) - [Scarica  .pdf  - 77 Kb]
Documento in formato excel - [Scarica file.xls]

..: Sono presenti 124 FAQ :..


31 - (D) buonasera
vorrei sapere se per un'impresa che opera nel settore delle materie plastiche è possibile rendicontare un macchinario che verrà installato presso un'altra impresa, ma che opererà solo ed esclusivamente per conto dell'impresa beneficiaria.
grazie

(R)
Come previsto nel comma 13 dell’Art. 4 dell’Avviso, l’impresa beneficiaria deve dimostrare di avere la piena disponibilità dell’immobile dove svolge l’attività, nonché deve avere la piena disponibilità di tutti i beni agevolati e gli stessi devono essere utilizzati esclusivamente dall’impresa stessa. Di conseguenza, è negativa la risposta al Suo quesito.
30 - (D) Gentilissimi,
sono socio di un'impresa con codice ateco 31.02.00 Fabbricazione mobili per cucina (rientrante nel titolo II) che opera in termini produttivi all'interno di un capannone per cui viene pagato un canone di locazione.

1. L'impresa intende acquistare un immobile da adibire ad uso ufficio con piccolo showroom, un archivio e una sala riunioni. E' possibile per un'attività con il nostro codice ateco (produzione) acquistare un immobile da adibire ad uso ufficio?

2. La superficie dell'immobile è di 130 mq (incluso il garage) e la società ha 3 dipendenti (operai specializzati) e un socio lavoratore. La metratura dell'immobile è congrua con i nostri requisiti?

Ringraziandovi anticipatamente per il riscontro,
porgo saluti.

(R)
L’acquisto dell’immobile sarebbe ammissibile a condizione che, all’interno dello stesso, vengano svolte attività ammissibili ai sensi del Titolo II- Capo III.
I settori di intervento ammissibili sono quelli previsti nell’art. 2, comma 1 lettera b) dell’Avviso pubblico. Nell’apposita sezione dedicata sul sito internet www.sistema.puglia.it, è possibile inserire i codici Ateco a sei cifre al fine di verificarne l’ammissibilità o meno.
In fase di valutazione istruttoria sarà verificato che le attività svolte all’interno dell’immobile siano pertinenti con la destinazione d’uso dello stesso.
Come previsto nel comma 11 dell’Art. 4 dell’Avviso, con riferimento alle superfici dell’immobile destinate ad uffici è ritenuta congrua una superficie pari a 25 mq per impiegato, per operaio specializzato che necessita di una postazione lavorativa fissa e per il titolare o il socio lavoratore. Inoltre, si ritiene ammissibile la casa del custode nel limite di 100 mq e una superficie per sala riunioni nel limite di 60 mq. Resta inteso che l’impresa dovrà dimostrare, in sede di rendicontazione finale, nel caso dell’alloggio del custode l’assunzione di un addetto con tale qualifica.
29 - (D) Buongiorno, con la presente si trasmette il seguente quesito;
è ammissibile al nuovo Titolo II l'investimento di mezzi targati per una società di vigilanza che quindi utilizzerebbe tali macchine per effettuare controlli e quindi per svolgere la propria attività?

(R)
Ai sensi dell’art. 4 dell’Avviso sono ammissibili i mezzi mobili strettamente necessari al ciclo di produzione o per il trasporto in conservazione condizionata dei prodotti, purché dimensionati all’effettiva produzione, identificabili singolarmente ed a servizio esclusivo dell’unità produttiva oggetto delle agevolazioni
Ed, inoltre, con riferimento ai mezzi mobili targati, sono ammissibili solo se strettamente funzionali e pertinenti rispetto all’attività ammissibile svolta dall’impresa, devono essere immatricolati autocarro e nel caso di autovetture devono essere furgonate (prive di sedili posteriori), oltre che immatricolate autocarro.
28 - (D) Salve,
vorrei capire se è il soggetto proponente a compilare la domanda sul portale previa registrazione o se è sufficiente procedere come per i precedenti, trasferendo tutto all'intermediario finanziario.

(R)
Le imprese possono presentare domande di aiuti a Soggetti Finanziatori e Confidi accreditati che provvederanno all’invio telematico delle stesse ai sensi dell’art. 38 del Regolamento.
Solo successivamente alla presentazione della domanda, ai sensi dell’art. 13 dell’Avviso, l’impresa dovrà obbligatoriamente registrarsi al portale www.sistema.puglia.it ed eseguire la procedura di accreditamento denominata [Accreditamento Imprese] attiva nella pagina del bando. Una volta accreditata l’impresa potrà operare sulla propria pratica ed effettuare l’upload di tutta la documentazione utile al completamento delle verifiche istruttorie.
27 - (D) Nel caso di acquisto o realizzazione di un immobile, vi sono particolari adempimenti con riferimento alla vecchia sede di proprietà dell’impresa?



(R)
Nel caso di acquisto o di realizzazione di un immobile, se l’impresa detiene a titolo di proprietà un altro immobile, deve destinare quest’ultimo allo svolgimento dell’attività di impresa per un periodo almeno pari a quello previsto dalla normativa per il vincolo di destinazione dei beni agevolati.
Se l’impresa intende distogliere il vecchio immobile, dovrà fornire perizia giurata di un tecnico abilitato che attesti il valore di mercato del bene. Tale valore verrà scorporato dal valore di acquisto o di realizzazione dell’immobile, oggetto di richiesta di agevolazioni ai sensi del Titolo II – capo 3.
Pag. 20 di 25 : [10 Prec.] Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 [10 Succ.]