Titolo II - Capo 3 - FAQ

 

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento pdf, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ è elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca
Documenti FAQDocumento in formato pdf (contiene 126 FAQ) - [Scarica  .pdf  - 104 Kb]
Documento in formato excel - [Scarica file.xls]

..: Sono presenti 124 FAQ :..


91 - (D) Salve, nel caso in cui l'immobile in cui svolge l'attività una società e in cui si realizza il programma di investimento sia di proprietà degli stessi soci (persone fisiche) che compongono la compagine sociale della società richiedente le agevolazioni, è necessaria la registrazione del contratto di comodato o la corrispondenza totalitaria della proprietà con la compagine sociale della società può ritenersi sufficiente? Grazie.

(R)
Come previsto al comma 3 dall’Art. 12 dell’Avviso, in sede di presentazione della domanda l’impresa deve fornire un idoneo Titolo di disponibilità dell'immobile (comodato, locazione, ecc.) registrato della sede oggetto di richiesta di agevolazioni e lo stesso deve presentare una durata coerente con le tempistiche prescritte di mantenimento dei beni agevolati (n. 5 anni dalla data di completamento degli investimenti).
90 - (D) devo fare dei lavori edili su un immobile di proprietà della mia azienda (società di capitali).



posso far fare i lavori ad un mio parente di 3* grado, o vale cmq il vincolo previsto per l'acquisto dell'immobile?

(R)
Per ciò che riguarda la realizzazione delle opere murarie da un parente l’impresa dovrà fornire perizia giurata di un tecnico abilitato iscritto all’albo professionale attestante che tutte le forniture sono avvenute a valori di mercato senza ricarico sul prezzo, non ci sono state operazioni intermedie che hanno generato aumento del prezzo rispetto al valore di mercato, non ci sono state rifatturazioni intermedie e tutti i beni sono stati venduti allo stato “nuovi di fabbrica”.
89 - (D) Buongiorno, nel file "Dichiarazione di rinuncia alle altre agevolazioni con garanzia - Titolo II Capo III" da completare e caricare sul portale, alla voce:
"DICHIARA
in qualità di ……(1) dell’impresa …… con sede legale in ……, via e n. civ. ……
di avere ottenuto, con Determina Dirigenziale della Regione Puglia - Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l’Innovazione – Servizio Ricerca e Competitività - n. …… del ……, - un contributo complessivo di € ……, relativo a beni da acquistare direttamente per un totale di € ……, da erogare in un'unica soluzione, riguardante un programma di investimenti industriali relativo all’unità produttiva ubicata in ……, prov. ……, via e n. civ. ……;"
Quali dati vanno inseriti? A quale determina si riferisce?

(R)
Si riferisce alla determina di concessione provvisoria. Qualora l’impresa non avesse ricevuto il provvedimento può lasciare in bianco i relativi spazi.
88 - (D) Gentilissimi, ai sensi dell’articolo 13 dell’Avviso l’impresa, anche per il tramite del Soggetto Finanziatore o del Confidi, entro 2 mesi dalla documentata conclusione dell’investimento, inoltra telematicamente a Puglia Sviluppo S.p.A. la richiesta di erogazione con tutta la documentazione a corredo. Vorrei sapere se la procedura indicata dovrà essere effettuata DOPO che l'impresa ha ottenuto l'AMMISSIBILITA', tramite una comunicazione oppure dovrà presentarli PRIMA dell'ottenimento dell'ammissibilità?
L'impresa per poter completare l’upload di tutta la documentazione dovrà attendere la comunicazione di ammissibilità?
Grazie.

(R)
Come da Lei ben riportato, ai sensi dell’articolo 13 dell’Avviso l’impresa, anche per il tramite del Soggetto Finanziatore o del Confidi, ENTRO 2 MESI DALLA DOCUMENTATA CONCLUSIONE DELL’INVESTIMENTO, inoltra telematicamente a Puglia Sviluppo S.p.A. la richiesta di erogazione con tutta la documentazione a corredo. La conclusione dell’investimento è rappresentata dalla data dell’ultimo titolo di spesa (fattura) ricevuta dall’impresa e facente parte dell’investimento proposto. Tale invio deve avvenire a prescindere dall’aver ottenuto o meno l’ammissibilità (determina Provvisoria) da parte della Regione Puglia.
87 - (D) IN SEGUITO ALLA MODIFICA DEL BANDO, NELLO SPECIFICO IN RIFERIMENTO AI PREVENTIVI SI RICHIEDE QUANTO SEGUE:
QUALORA LA DATA DEL PREVENTIVO SIA ANTECEDENTE LA DATA DI PRESENTAZIONE INSERITA NELL'ALLEGATO D, MA LA DATA DI ACCETTAZIONE CONTROFIRMATA DAL PROPONENTE SIA SUCCESSIVA, IL PREVENTIVO PUO' RITENERSI VALIDO AI FINI DELL'AMMISSIBILITA' DELLA SPESA STESSA?

(R)
Si, ciò che conta ai fini dell’ammissibilità è la data in cui l’impresa ha assunto l’impegno all’acquisto, che non è quella del preventivo, ma della conferma attraverso l’apposizione della firma per accettazione.
Pag. 8 di 25 : Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. [10 Succ.]