Pelillo presenta piano stralcio aree vaste

Immagine associata al documento: Pelillo presenta piano stralcio aree vaste Trecentoquaranta milioni di euro rivenienti dal Fesr 2007-2013 per avviare il programma stralcio delle dieci aree vaste pugliesi. Fondi pronti e da subito disponibili per cantierizzare nei prossimi 12-14 mesi i primi progetti strategici selezionati dagli uffici tecnici della Regione.
Una delibera importante quella sottoscritta nel corso dell'ultima riunione di Giunta e proposta dall'assessore al Bilancio Michele Pelillo. "Oggi - ha detto l'assessore in conferenza stampa - abbiamo finalmente certezza delle risorse, certezza delle procedure e certezza dei tempi. La regione ha compiuto una grande sforzo, ha impegnato tutte le risorse del 2009 iscritte in bilancio per il Fesr alle quali, se il governo nazionale avesse fatto la sua parte, avremmo potuto aggiungere quelle dei Fas attualmente ancora bloccati". "Lo scorso febbraio - ha spiegato - nel corso della riunione congiunta con tutte le Aree vaste, erano state avanzate delle previsioni sulle attribuzioni finanziarie. Oggi, attraverso questo atto deliberativo, è possibile confermare il trend anticipato, ovvero ciascuna Area vasta potrà disporre subito di un budget che varia da un minimo di 23 milioni di euro ad un massimo di 53. Il criterio adottato per le ripartizioni è quello che, a detta dell'assessore Pelillo, risulta il più equo e corretto. È stata, infatti, operata una media ponderata tra il valore della popolazione per il 60% e l'estensione territoriale per il 40%. Da qui una oggettiva suddivisione delle risorse che, come previsto dall'allegato 1 alla stessa delibera, sono incastonate in sette assi che vanno dai servizi pubblici digitali alla infrastrutturazione sociale, dal trasporto in ambito urbano alla difesa del territorio. Restano fuori da questa programmazione il ciclo delle acque e della gestione dei rifiuti urbani per i quali, per i prossimi anni, sono stati comunque stanziati 490 milioni di pertinenza delle autorità d'ambito. Stiamo, infatti, lavorando per sensibilizzare l'ATO - ha detto Pelillo - affinché possa ritenere prioritari i progetti proposti dalle Aree Vaste nei temi di sua competenza. L'auspicio è che ora le Aree vaste facciano presto - ha precisato l'assessore. Alcune sono già pronte come Bari, la Bat e Foggia, e hanno già consegnato i piani stralcio. Altre invece ancora non hanno provveduto. Entro sette giorni a partire dalla pubblicazione della delibera dovranno essere consegnati tutti i piani o; la Regione ha fatto la sua parte e non intende aspettare i ritardatari"       -          
 
Data Pubblicazione sul portale: 28 Maggio 2009
Fonte: Portale della Regione Puglia
Aree Tematiche: Sistema Puglia
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Letto: 119 volte