Scheda Avviso Pubblico Diploma Professionale 2022

Immagine associata al documento: Scheda Avviso Pubblico Diploma Professionale 2022 Presentazione dell'Offerta Formativa di Istruzione e Formazione Professionale - Presentazione dell'offerta formativa e duale relativa ai percorsi di Istruzione e Formazione Professionale di quarto anno finanziato a valere sul Fondo di cui all'art. 68 della Legge n. 144/1999 e s.m.i. del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Obiettivi generali e finalità dell'avviso

Il presente Avviso, coerentemente con le indicazioni ministeriali prevede lo sviluppo di programmi di apprendimento basati sul lavoro, finanziando percorsi formativi in modalità duale, anche in apprendistato. Tale modalità di apprendimento consente di investire sul miglioramento dell'offerta formativa IeFP, rendendola maggiormente rispondente alle esigenze del sistema produttivo locale. Il riconoscimento delle competenze e la possibilità di utilizzare dispositivi come l'apprendistato di primo livello, inoltre, contribuiscono alla prevenzione e alla riduzione dei fenomeni dell'abbandono e della dispersione scolastica.
La Regione Puglia intende dare impulso, sull'intero territorio regionale, all'utilizzo del Sistema Duale e nello specifico del contratto di apprendistato per il conseguimento del Diploma professionale (primo livello) al fine di rafforzare ulteriormente i legami tra formazione iniziale e lavoro, e facilitare le transizioni e l'effettiva occupabilità dei giovani, offrendo la possibilità, a quelli che sono in possesso di qualifica professionale di operatore, di conseguire il Diploma professionale di Tecnico.
Il Diploma Professionale IeFP è un titolo spendibile su tutto il territorio regionale, nazionale ed internazionale e si colloca al IV livello del Quadro Europeo dei titoli e delle certificazioni (EQF - European Qualification Framework), riferito alle figure tecniche dotate di adeguata cultura e in grado di intervenire nei processi di lavoro non solo con le relative competenze operative, ma anche con quelle di programmazione, coordinamento e verifica necessarie allo svolgimento di compiti con soddisfacenti gradi di autonomia e responsabilità.
L'Accordo tra il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 1 agosto 2019 (Conferenza Stato-Regioni) riguardante l'integrazione e modifica del Repertorio nazionale delle figure nazionali di riferimento per le qualifiche e i diplomi professionali, l'aggiornamento degli standard minimi relativi alle competenze di base e dei modelli di attestazione intermedia e finale dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale, prevede n. 29 figure professionali nazionali di "tecnico" (diploma professionale IeFP).
I descrittori della Figura Professionale, coerentemente con il Quadro Europeo, dovranno rispettare i seguenti requisiti:
  • Conoscenze: pratiche e teoriche in ampi contesti in un ambito di lavoro o di studio
  • Abilità: una varietà di abilità cognitive e pratiche necessarie per creare soluzioni a problemi specifici in un ambito di lavoro o di studio
  • Competenze: autogestirsi all’interno di contesti di lavoro o di studio soggetti anche al cambiamento; sovrintendere al lavoro di altre persone assumendosi una certa responsabilità per la valutazione ed il miglioramento delle attività di lavoro e di studio.
Gli allievi che termineranno con successo il percorso acquisiranno il Diploma professionale e relativa attestazione delle competenze che, ai sensi del D. Lgs n. 226/2005, consentiranno:
  • l’inserimento qualificato nel mondo del lavoro
  • l’accesso a percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore – IFTS
  • la possibilità di sostenere l’esame di Stato utile anche ai fini dell’accesso all’Università e all’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM), previa frequenza di apposito corso annuale, realizzato d’intesa con le Università e AFAM e ferma restando la possibilità di sostenere, come privatista, l’esame di Stato secondo quanto previsto dalle disposizioni vigenti in materia.
In caso di non completamento del percorso formativo l’allievo potrà ottenere esclusivamente l’attestazione delle competenze acquisite.
Il presente Avviso, per le finalità previste (prevenzione e riduzione dei fenomeni della dispersione e abbandono scolastico, verticalizzazione della filiera Iefp), per i vincoli posti sulle modalità di rendicontazione (UCS) e di realizzazione dei percorsi formativi (modalità duale), si raccorda e supporta le azioni programmate nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) Missione 5 – Componente 1 – Investimento 1.4 “Sistema duale”.

Destinatari

I destinatari degli interventi da finanziare relativi al presente avviso sono giovani inoccupati/disoccupati che hanno conseguito una qualifica triennale in esito ad un percorso di Istruzione e Formazione Professionale realizzato presso una istituzione formativa accreditata o presso un Istituto professionale. Essi possono candidarsi a frequentare il quarto anno per il profilo professionale corrispondente e, quindi, conseguire il Diploma Professionale di Tecnico all’interno delle figure professionali di cui all’Accordo Stato Regioni 1° agosto 2019.
Gli stessi devono essere residenti nel territorio della Regione Puglia e possono iscriversi ad un solo percorso formativo.
Le classi dovranno essere composte da un minimo di 8 allievi a un massimo di 12 allievi.
I percorsi formativi si concludono con il rilascio delle seguenti attestazioni, nel rispetto della normativa vigente:
  • Attestato di Diploma professionale
  • Attestato delle competenze
  • Abilitazione professionale

Soggetti ammessi alla presentazione dei progetti

Possono essere ammessi alla presentazione delle candidature i Soggetti/Organismi formativi inseriti nell’Elenco Regionale degli Organismi accreditati secondo il vigente sistema accreditati per “Obbligo d’istruzione/diritto-dovere” alla data di presentazione della proposta progettuale, ex L.R. n. 15/2002 e ss. mm. e ii.
Si evidenzia che i soggetti/organismi formativi devono aver assolto alle eventuali procedure di ricollocazione del personale, ai sensi delle vigenti norme contrattuali collettive, nonché rispettare quanto previsto dal Decreto Interministeriale del 29/11/2007 e devono essere in regola, ai sensi dell’art. 17 della Legge n.68/1999, in materia di disciplina del diritto al lavoro dei disabili.
Sono finanziabili percorsi formativi annuali di quarto anno, finalizzati al conseguimento del Diploma professionale di tecnico IeFP.
Ciascun Soggetto attuatore/Istituzione formativa accreditato potrà presentare una sola proposta di percorso formativo correlato a un corso di qualifica triennale, portato a compimento - con espletamento esami finali - dal medesimo Soggetto/Istituzione formativa, secondo il quadro di confluenza dalle figure nazionali di qualifica a quelle di diploma professionale contenuto nell’ Accordo fra le Regioni e le Province autonome del 18 dicembre 2019 .
La presentazione di una proposta relativa a una figura di Tecnico non coerente con la/e qualifica/e triennale completata/e sarà considerata irricevibile.
Possono essere ammessi alla presentazione delle proposte progettuali i Soggetti attuatori/Istituzioni formative inseriti nell’Elenco regionale degli Organismi accreditati per “Obbligo di Istruzione/diritto-dovere” secondo il vigente sistema di accreditamento alla data di presentazione dell’istanza.
L’orario annuale dei percorsi di quarto anno è fissato in 990 ore (esclusi esami finali). L’articolazione dei percorsi formativi dovrà rispettare le seguenti indicazioni:
  • massimo 495 ore di formazione d’aula
  • almeno 495 ore svolte in formazione interna all’azienda presso cui l’allievo sia stato assunto con contratto di apprendistato (art. 43 D.Lgs 81/2015) ovvero svolga un percorso di alternanza rafforzata.
Le ore delle COMPETENZE PROFESSIONALI devono essere utilizzate per gli insegnamenti degli standard delle competenze tecnico-professionali caratterizzanti la figura prevista dall’Accordo Stato Regioni 1° agosto 2019. L'articolazione del percorso formativo deve avvenire per Unità di Competenza e/o Unità Formative capitalizzabili.

Risorse disponibili

Le risorse finanziarie disponibili per il presente Avviso ammontano complessivamente a € 1.691.325,00 a valere sui fondi del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali attribuiti in quota parte alla Regione Puglia e previsti dall’art. 68, co. 4, della Legge n. 44/1999, come integrate dall’art. 32, co. 3, del Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 150, di cui al Decreto Direttoriale MLPS n.2 del 23-04-2021.
Il finanziamento massimo concedibile per un singolo progetto non potrà superare il valore di € 86.011,20 per ciascun percorso formativo di quarto anno.

Scarica la Scheda Completa   - [Scarica  .pdf  - 288 Kb][Apri   .pdf ]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 29 Agosto 2022
Aree Tematiche: Formazione, Politiche per lo Sviluppo, Diploma Professionale 2022, Sistema Puglia
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 233 volte
Letto: 24 volte