Meccanica e meccatronica, dalla Puglia al Mecspe di Bologna

Immagine associata al documento: Meccanica e meccatronica, dalla Puglia al Mecspe di Bologna Delli Noci: "Valorizziamo la nostra Industria 4.0 in un settore che vale più del 40% dell'intero fatturato export pugliese"

Eccellenze produttive della meccanica-meccatronica, settore di punta dell'economia pugliese, saranno a Bologna per Mecspe, fiera italiana di primo piano per l'industria manifatturiera e la fabbrica intelligente, in programma a BolognaFiere dal 23 al 25 novembre 2021. Ad accompagnarle la Regione Puglia, Sezione Promozione del Commercio, Artigianato ed Internazionalizzazione delle Imprese, e Puglia Sviluppo in collaborazione con il Distretto della Meccanica Pugliese.
Si tratta della 19a edizione di un evento che riunisce annualmente più di 56mila visitatori, esponenti di alto profilo di vari comparti dell'industria manifatturiera. Tema di quest'anno "digitalizzazione, formazione e sostenibilità, declinato in 13 saloni espositivi, che esporranno materiali, macchine e tecnologie innovative per l'industria 4.0.
Otto le imprese della delegazione pugliese - attive nella meccanica, meccatronica e Ict - che saranno ospitate nello spazio espositivo regionale (Pad. 26 - stand A68), all'interno del salone dedicato alla subfornitura. Obiettivo della partecipazione pugliese promuovere le eccellenze produttive che esse rappresentano, ma anche valorizzare le numerose opportunità di collaborazione e di investimento sul territorio regionale.
"Il settore della meccanica e meccatronica - ha spiegato l'assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Alessandro Delli Noci - è trainante per l'economia della Puglia. Sui mercati esteri vale il 40,2% dell'intero fatturato export regionale. Un valore che in termini assoluti è pari a più di 3,26 miliardi di euro e che, nel primo semestre del 2021, ha già totalizzato più di 1,5 miliardi. Vogliamo portare questo settore a Mecspe per valorizzare l'eccellenza delle imprese che lo rappresentano e per rafforzare la stessa immagine della Puglia con la finalità di attrarre investimenti nella nostra regione. Le imprese della delegazione pugliese sono specializzate in attrezzatture e componenti di altissima precisione, sviluppano applicazioni con la realtà aumentata, utilizzano materiali innovativi anche riciclati, macchine ad elevata tecnologia, soluzioni ingegneristiche meccatroniche ad altissima precisione. L'evento di Bologna rappresenta per ciascuna di esse un'opportunità da sfruttare per accrescere visibilità, collaborazioni e scambi".
Le otto imprese della delegazione pugliese sono Aron di Crispiano (Ta); Icam di Putignano (Ba); Meccanica Rizzello di Taurisano (Le); Mindesk di Bari; Rev3rddi Fasano (Br); SD Companies di Altamura (Ba); Sefa di Molfetta (Ba); Tecna di Terlizzi (Ba). Nello spazio espositivo regionale, avranno a disposizione una postazione di lavoro personalizzata per gli incontri d'affari con gli operatori internazionali e anche assistenza tecnica specializzata in loco. Potranno anche assistere ad incontri e dimostrazioni ( "Area Competence Center", "Arena Fabbrica Senza Limiti" e "Startup Factory") e partecipare a workshop e conferenze che approfondiranno temi quali il ruolo determinante delle tecnologie di produzione 4.0 e l'evoluzione delle competenze nei settori manifatturieri.
La partecipazione regionale è co-finanziata con risorse del Por Puglia Fesr-Fse 2014/20, Azione 3.5 "Interventi di rafforzamento del livello di internazionalizzazione dei sistemi produttivi".

Scarica il Comunicato Stampa

      - [Scarica  .pdf  - 626 Kb][Apri   .pdf ]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 23 Novembre 2021
Fonte: Ufficio Stampa
Aree Tematiche: Internazionalizzazione, Politiche per lo Sviluppo, Sistema Puglia
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 15 volte
Letto: 154 volte