La società svedese Midsummer investe in Puglia.

Immagine associata al documento: La società svedese Midsummer investe in Puglia. Approvato dalla giunta l'Accordo di Sviluppo
Delli Noci: "Nuovo insediamento nella zona industriale di Modugno per la produzione di pannelli fotovoltaici flessibili. Significherà sviluppo e importanti opportunità di lavoro"



Midsummer, società svedese leader nella costruzione di pannelli solari innovativi, investe in Puglia. Dopo una lunga ricerca in Europa e in Italia alla fine ha scelto la zona industriale di Modugno per il nuovo insediamento industriale. L'impianto sorgerà in via delle Rose e produrrà moduli fotovoltaici flessibili, talmente richiesti dal mercato da aver reso necessaria un'espansione della produzione con l'apertura di un nuovo insediamento industriale in Europa.
Per questo progetto la società ha previsto un investimento di 60 milioni di euro (esclusa la location) e un impatto occupazionale pari a 200 persone tra impiegati, tecnici e operai.
La ricerca del capannone è iniziata un anno fa. L'impresa cercava un'area di 2.500 mq in un lotto che si prestasse a successivi ampliamenti fino a un massimo di 5.000 mq.
La ricerca è stata affidata da Invitalia - Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa - a Puglia Sviluppo che pur in pieno lockdown è riuscita a trovare il lotto adatto al nuovo insediamento. L'acquisizione è stata perfezionata ad aprile.
È di ieri invece l'approvazione da parte della giunta regionale dell'Accordo di Sviluppo tra il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Puglia, e la società Midsummer Italia Srl.
"Era davvero importante per la Puglia ottenere un investimento del genere", ha detto l'assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Alessandro Delli Noci. "Significherà sviluppo e importanti opportunità di lavoro per i nostri giovani ed è coerente con le strategie regionali e nazionali finalizzate a stimolare la transizione energetica. La Puglia, regione leader nell'eolico e nel fotovoltaico diventa la sede di una produzione di pannelli completamente diversi rispetto al passato, non più lastre rigide ma moduli flessibili che coprono il tetto adattandosi ad ogni ondulazione inclusa quella delle tegole, con un effetto molto meno impattante e più sostenibile. Avere qui questa azienda svedese è un'ulteriore attestazione dell'attrattività della nostra regione".
[...]

Continua a leggere e scarica il Comunicato Stampa

      - [Scarica  .pdf  - 463 Kb][Apri   .pdf ]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 02 Novembre 2021
Fonte: Ufficio Stampa
Aree Tematiche: Internazionalizzazione, Politiche per lo Sviluppo, Sistema Puglia
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 85 volte
Letto: 446 volte