Scheda Avviso Pubblico OF/2020

Immagine associata al documento: Scheda Avviso Pubblico OF/2020 "Offerta Formativa di Istruzione e Formazione Professionale - Presentazione dell'offerta formativa ordinaria e duale relativa ai percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) (triennali e di quarto anno)
[finanziato a valere sul Fondo di cui all'art. 68 della Legge n. 144/1999 e s.m.i. del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali]

OBIETTIVI
La programmazione del presente Avviso è finalizzata alla presentazione di:
- progetti formativi ordinari finalizzati al rilascio della QUALIFICA PROFESSIONALE (Linea di intervento 1);
- progetti formativi realizzati in modalità DUALE finalizzati al rilascio della QUALIFICA PROFESSIONALE(Linea di intervento 2);
- progetti formativi annuali realizzati in modalità DUALE finalizzati al conseguimento del DIPLOMA PROFESSIONALE DI TECNICO IeFP (quarto anno) (Linea di intervento 3);
La Regione Puglia, quindi, con il presente avviso intende promuovere sull'intero territorio l'utilizzo del Sistema Duale e nello specifico del contratto di apprendistato per il conseguimento della Qualifica e del Diploma professionale (Primo Livello).
Si intende sempre più investire sul miglioramento della qualità e dell'efficacia dell'istruzione e della formazione professionale, quale strumento per contrastare la dispersione scolastica e facilitare la transizione dal mondo dell'istruzione e della formazione a quello del lavoro, prefiggendosi il miglioramento dell'aderenza al mercato del lavoro dei sistemi d'istruzione e formazione, favorire il passaggio al mondo del lavoro e rafforzare i sistemi di istruzione e formazione professionale migliorandone la qualità, mediante meccanismi di riconoscimento delle competenze, adeguamento dei curricula e introduzione e sviluppo di programmi di apprendimento basati sul lavoro, inclusi i sistemi di apprendimento duale e di apprendistato, contribuendo così alla riduzione dei fenomeni di abbandono e dispersione scolastica.
Da non sottovalutare anche l'aspetto strategico strettamente connesso alle innovazioni pedagogiche (personalizzazione dei percorsi, approccio esperienziale e induttivo all'apprendimento, presa in carico degli aspetti motivazionali, messo in relazione con la riduzione della dispersione e, più in generale, il disagio scolastico). Questa posizione è fortemente supportata dalla Commissione europea, che ha definito l'abbandono scolastico e formativo come uno dei fattori maggiormente rilevanti nel rallentamento dello sviluppo dei Paesi membri dell'UE.
La Regione Puglia, per le competenze assegnate in via esclusiva su tale materia (art.17, c.1 lettere a) e b) del Capo III del Dlgs n. 226/2005) intende assicurare i livelli essenziali delle prestazioni (Lep) in termini di standard minimi a tutti gli utenti. In questa logica si intende uniformare l'offerta formativa regionale al rispetto dei LEP previsti dal DLgs n. 226/2005, al Decreto Legislativo n. 13/2013, agli elementi minimi comuni stabiliti negli Accordi in Conferenza Stato Regioni inerenti le procedure di valutazione ed accertamento dei crediti formativi, le procedure per l'ammissione all'esame finale, il riconoscimento dei "saperi" e delle "competenze professionali".
In particolare l’Accordo tra il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 1 agosto 2019 (Conferenza Stato-Regioni) riguardante l’integrazione e modifica del Repertorio nazionale delle figure nazionali di riferimento per le qualifiche e i diplomi professionali, l’aggiornamento degli standard minimi relativi alle competenze di base e dei modelli di attestazione intermedia e finale dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale, ha individuato n. 26 figure professionali nazionali di “operatore” relative alle qualifiche dei percorsi triennali (qualifica) e n. 29 figure professionali nazionali di “tecnico” (diploma).
La Regione Puglia intende consolidare inoltre l’offerta formativa nel Sistema Duale per l’acquisizione del Diploma professionale di Tecnico (IV anno), offrendo anche la possibilità ai giovani in possesso di qualifica professionale di operatore di conseguire il Diploma professionale di Tecnico.
Il Diploma Professionale (di istruzione e formazione) è un titolo spendibile su tutto il territorio regionale, nazionale ed internazionale e si colloca al IV livello del Quadro Europeo dei titoli e delle certificazioni (EQF - European Qualification Framework), riferito alle figure tecniche dotate di adeguata cultura e in grado di intervenire nei processi di lavoro non solo con le relative competenze operative, ma anche con quelle di programmazione, coordinamento e verifica necessarie allo svolgimento di compiti con soddisfacenti gradi di autonomia e responsabilità.

Linee di intervento 1 e 2:
Per favorire il raggiungimento degli obiettivi di cui al punto B) del presente Avviso, i percorsi formativi per le linea di intervento 1 e la linea di intervento 2, sono così articolati:
- le prime due annualità con presenza di contenuti di base e trasversali
- la terza annualità professionalizzante.
L’intero percorso triennale dovrà prevedere una durata complessiva di 3.200 ore (1.100 ore il 1° anno, 1.100 il 2° anno, 1.000 il 3° anno).

I progetti formativi dovranno contenere:
• l'architettura complessiva dell'intero percorso triennale con l'indicazione degli aspetti didattici e metodologici (tipologia del percorso che si intende attivare con indicazione degli obiettivi formativi ed elenco dei moduli relativi ai segmenti formativi previsti).
• l'articolazione e descrizione di ogni annualità con l'indicazione:
1. delle attività didattiche, formative teorico – pratiche e delle attività di laboratorio;
2. delle visite guidate, da realizzare presso unità produttive pertinenti l'oggetto della formazione, nonché in occasione di eventi, manifestazioni, fiere, etc.;
3. (linea 1) dello stage, per una durata massima di 600 ore, così suddivise: 100 ore nel primo anno (e/o visite guidate), 200 nel secondo e 300 nel terzo;
4. (linea 2) dell’applicazione pratica (IFS -Impresa Formativa Simulata e/o Alternanza rafforzata e/o Apprendistato per la qualifica professionale), per una durata di 400 ore annue;
• un'attività di accoglienza all'inizio dell'attività didattica e di accompagnamento al lavoro al termine dell’intero percorso formativo o al rientro nella istruzione ordinamentale, realizzata nella fase conclusiva del ciclo formativo;
• un’unità formativa di apprendimento di sicurezza sul lavoro, disciplinata dal nuovo Testo Unico in materia di Salute e Sicurezza dei Lavoratori, Decreto Legislativo 9 Aprile 2008, n. 81;
• un’unità formativa di apprendimento dei temi legati alla cultura della legalità e della educazione civica. Le linee di intervento 1 e 2 si differenziano rispetto all’articolazione oraria del percorso. Di seguito se ne riportano le specificità. [...]

Scarica la Scheda completa   - [Scarica  .pdf  - 967 Kb][Apri   .pdf ]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 14 Dicembre 2020
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Formazione Professionale, Politiche per lo Sviluppo, Offerta Formativa 2020
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 1,372 volte
Letto: 317 volte