FdL 2020. Aerospazio. Puglia e Grottaglie al centro della ripartenza mondiale con le tecnologie aerospaziali dei droni.

Immagine associata al documento: FdL 2020. Aerospazio.  Puglia e Grottaglie al centro della ripartenza mondiale con le tecnologie aerospaziali dei droni. Settecentotrentotto milioni di fatturato export, 550 imprese, oltre 7.900 addetti, quasi mezzo miliardo di investimenti generati grazie agli strumenti di agevolazione messi in campo dalla Regione Puglia. Questa la foto in cifre del settore aerospaziale pugliese fino al 2019. Poi l'emergenza sanitaria, la crisi economica legata al lockdown e soprattutto la voglia di ripartire. Ma come? Droni e satelliti sono per la Puglia la grande opportunità all'indomani della pandemia. Generano nuovi servizi, imprese, reddito e lavoro. E la Puglia si prepara a valorizzarli attraverso una manifestazione unica nel suo genere, il Mediterranean Aerospace Matching 2021, in programma nell'aeroporto di Grottaglie dal 24 al 26 marzo 2021.

A questo scalo e alle sue potenzialità è dedicato uno studio di fattibilità realizzato dal Distretto Tecnologico Aerospaziale Pugliese, su incarico della Regione Puglia. La finalità dello studio è quella di porre le basi per un progetto che vede l'aeroporto di Grottaglie al centro di attività industriali, scientifiche e formative, commerciali e fieristiche nell'immediato futuro, in cui si pensa anche ad una vera e propria fiera internazionale aerospaziale made in Puglia da organizzare nei prossimi anni. Perché le tecnologie legate ai droni ed al test bed dello scalo di Grottaglie sono il valore aggiunto dell'aerospazio pugliese, che potrà risollevare la Puglia e il Paese dalla crisi legata all'emergenza sanitaria.

Questo tema, accanto all'analisi della situazione attuale dell'aerospazio e degli sviluppi futuri, sono stati al centro del workshop "Verso il Mediterranean Aerospace Matching 2021", organizzato nel Padiglione Internazionalizzazione della Fiera del Levante dal Distretto Tecnologico Aerospaziale (Dta), da Ice-Agenzia e dalla Regione Puglia (Sezione Internazionalizzazione) con la collaborazione di Puglia Sviluppo, Aeroporti di Puglia e Arti-Agenzia regionale per la Tecnologia e l'Innovazione della Regione Puglia.

L'aeroporto di Grottaglie può essere un volano di sviluppo non solo per la Puglia ma per tutto il Paese perché molte iniziative di ricerca industriale e sviluppo sperimentale puntano proprio sullo sviluppo e sull'utilizzo di questo scalo.

"L'aerospazio pugliese - ha detto il dirigente della Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia Giuseppe Pastore - è un settore strategico che la Regione Puglia ha contribuito a rendere grande movimentando quasi mezzo miliardo di euro di investimenti con i suoi strumenti di agevolazione tra le due ultime programmazioni. Prima della pandemia il settore volava alto con un fatturato export di 738 milioni di euro, in crescita del 31,8 per cento nel 2019 rispetto all'anno precedente e un'incidenza sul risultato esportativo nazionale dell'11,9%. Poi è successo l'imponderabile. Oggi bisogna guardare avanti concentrando l'attenzione su quello che ci ha insegnato questa crisi e soprattutto sulla volontà di ripartire. La presenza della Regione Puglia qui, attraverso la Sezione Internazionalizzazione, è una spinta alla ripartenza e lo sarà ancora di più il Mediterranean Aerospace Matching 2021 perché valorizzerà tecnologie innovative che potranno segnare il futuro del settore aerospaziale della Puglia e del nostro Paese".

[...]

Continua a leggere e scarica il Comunicato Stampa       - [Scarica  .pdf  - 590 Kb][Apri   .pdf ]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 12 Ottobre 2020
Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Internazionalizzazione, Politiche per lo Sviluppo, Sezione Internazionalizzazione
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 171 volte
Letto: 458 volte