DPCM 11 marzo 2020 : chiarimenti sulle attività consentite, proroga della sospensione e ulteriori disposizioni

Immagine associata al documento: DPCM 11 marzo 2020 : chiarimenti sulle attività consentite, proroga della sospensione e ulteriori disposizioni Come noto il DPCM dell'11 marzo 2020 (GU 64 dell'11.03.2020) reca delle misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale ed, in particolare, con riferimento al settore del commercio, stabilisce la sospensione di alcune tipologie di attività tra cui quelle di commercio al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell'allegato 1 al DPCM.
A tal riguardo si sottolinea che, nel citato allegato 1 al DPCM dell'11 marzo, tra le attività consentite è richiamato il commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono o per mezzo di distributori automatici.
Ad ulteriore chiarimento si riporta di seguito il testo della faq pubblicata sul sito ufficiale del Governo http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa
"I negozi e gli altri esercizi di commercio al dettaglio che vendono prodotti diversi da quelli alimentari o di prima necessità e che quindi sono temporaneamente chiusi al pubblico, possono proseguire le vendite effettuando consegne a domicilio? Sì, è consentita la consegna dei prodotti a domicilio, nel rispetto dei requisiti igienico sanitari sia per il confezionamento che per il trasporto, ma con vendita a distanza senza riapertura del locale.
Chi organizza le attività di consegna a domicilio - lo stesso esercente o una cd. piattaforma - deve evitare che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore a un metro." [..]       -          
 
Riferimenti (ALT+"D")
Data Pubblicazione sul portale: 10 Aprile 2020
Aree Tematiche: Politiche per lo Sviluppo, Sistema Puglia, Attività Economiche, Artigianali e Commerciali
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Letto: 491 volte