Scheda Innonetwork

Immagine associata al documento: Scheda Innonetwork PARTNERSHIP TECNOLOGICHE PUBBLICO-PRIVATE
La Regione Puglia investe 30 milioni di euro per la realizzazione di progetti di ricerca collaborativa.

CHE COSA È INNONETWORK
L'intervento promuove la creazione di partnership tecnologiche pubblico-private e azioni che favoriscono l'aggregazione tra imprese esistenti e altre di recente costituzione (start up tecnologiche) su progetti di:
    1. Ricerca Industriale (RI);
    2. Sviluppo sperimentale (SS).
A CHI SI RIVOLGE
I destinatari/beneficiari finali sono:
    1. Le Imprese: grandi - medie e piccole e loro Consorzi;
    2. Gli Organismi di Ricerca (OdR).
I beneficiari devono essere organizzati in rete:
    1. Associazioni Temporanee di Scopo (A.T.S.);
    2. Contratti di Rete (nei limiti previsti dalla Legge 3 del 2009 e s.m.i.);
    3. Consorzio o Società consortile, che soddisfi una delle seguenti condizioni:
        1. Qualora al progetto da realizzare partecipino tutti o alcune delle imprese o degli Organismi di ricerca aderenti al consorzio ed espressamente indicati nella domanda di contributo;
        2. Qualora il consorzio realizzi, con proprie strutture e proprio patrimonio, il progetto in A.T.S. con altri soggetti non aderenti al consorzio stesso.
PERCHÉ
  • Per incoraggiare la creazione di partnership tecnologiche pubblico-private, favorendo la realizzazione di reti lunghe nazionali e sovranazionali
  • Per migliorare le prospettive di sviluppo sui mercati internazionali
  • Per aumentare capacità di dialogo e ascolto attraverso un uso intelligente, inclusivo e sostenibile delle tecnologie
  • Per consolidare la comunità della conoscenza e dell'innovazione
  • Per sostenere la formazione di nuovi ricercatori industriali
  • Per promuovere la creazione di un ecosistema favorevole allo sviluppo di nuove forme di cooperazione e di sinergie innovative
I PROGETTI Ciascun progetto candidato deve:
    1. Fare riferimento ad una delle tre aree prioritarie di Smart Puglia 2020(Manifattura sostenibile; Salute dell'uomo e dell'ambiente; Comunità digitali, creative e inclusive);
    2. Utilizzare una tecnologia abilitante, selezionata tra quelle censite dall'Agenzia Regionale ARTI o indicare altra eventuale KET, non ancora censita in Puglia (ALLEGATO 1 - Le Key Enabling Technologies censite in Puglia - Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 149 del 29-12-2016)
    3. Rispondere ad almeno una delle priorità regionali collegate alle 5 sfide sociali (Città e territori sostenibili; Salute, benessere e dinamiche socio-culturali; Energia sostenibile; Industria creativa e sviluppo culturale; Sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile).
Le attività ammesse a finanziamento dovranno avere inizio dopo la presentazione della candidatura, e concludersi entro 18 mesi dalla data di comunicazione di ammissione al beneficio.

COME PARTECIPARE
Le domande di agevolazione dovranno essere inoltrate, pena l'esclusione, unicamente in via telematica attraverso la procedura on line disponibile sul portale Sistema Puglia alla sezione "INNONETWORK" (http://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/innonetwork). La procedura on line sarà disponibile a partire dalle ore 12:00 del 10 febbraio 2017 sino alle ore 14:00 del 10 marzo 2017. Oltre tale termine, il sistema non consentirà più l’accesso alla procedura telematica e, pertanto, non sarà più possibile la regolarizzazione, sotto qualsiasi forma, delle domande da parte dei Raggruppamenti che abbiamo omesso, totalmente o in modo parziale, anche uno solo dei dati e/o dei documenti e/o delle dichiarazioni prescritte.
Il Raggruppamento proponente deve fornire, attraverso la procedura telematica, i dati della domanda per la concessione dell’agevolazione, e tutti i documenti e/o dichiarazioni sostitutive rese ai sensi del DPR 445/2000, con piena responsabilità della conformità ai contenuti e ai vincoli riportati nel presente Avviso. A seguito di completa e corretta compilazione dei pannelli della procedura telematica, sarà generato il modulo di “Istanza di candidatura di ammissione al beneficio” che dovrà essere firmato digitalmente dal Legale Rappresentante del soggetto capofila richiedente, e allegato alla stessa procedura telematica.
Fa fede la data e l’ora riportata sulla ricevuta di trasmissione generata dalla procedura telematica. Le candidature ammissibili saranno quindi sottoposte a valutazione tecnico-economica e finanziaria. La Regione Puglia si avvarrà di InnovaPuglia quale Organismo di Valutazione, che dopo aver verificato le condizioni di ammissibilità formale delle proposte presentate, per la valutazione tecnico-economica e finanziaria delle stesse utilizzerà esperti anche esterni alla propria organizzazione, designati dal Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro, che garantiscano indipendenza, alto profilo ed elevate competenze tecniche e/o scientifiche, e che comunque non abbiano cointeressi nelle proposte da valutare.
Ulteriori informazioni su http://www.sistema.puglia.it/SistemaPuglia/innonetwork

INFO E CONTATTI
Dott.ssa Maria Vittoria Di Ceglie
Regione Puglia - Dipartimento Sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro - Sezione Ricerca Innovazione e Capacità Istituzionale
Corso Sonnino, 177 - 70121 Bari - Telefono 080 5406917/5971
Mail: m.diceglie@regione.puglia.it

Dott. Ruggiero Crudele
Organismo intermedio – InnovaPuglia
Corso Sonnino, 177 - 70121 Bari - Telefono 080 5406914
Mail: r.crudele@innova.puglia.it


L’iniziativa Innonetwork è gestita dalla società in house della Regione Puglia InnovaPuglia S.p.A.
  -          
 
Riferimenti (ALT+"D")
Data Pubblicazione sul portale: 08 Febbraio 2017
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Ricerca e Innovazione Tecnologica, Politiche per lo Sviluppo, Innonetwork
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Letto: 284 volte