Garanzia Giovani - Pubblicato il 30esimo report di monitoraggio

Immagine associata al documento: Garanzia Giovani - Pubblicato il 30esimo report di monitoraggio Dall'adesione alla presa in carico
Al 2 maggio 2016, 87.263 potenziali beneficiari hanno aderito a Garanzia Giovani in Puglia. Degli 87.263 iscritti, sono stati convocati per il primo colloquio 83.451 giovani, pari al 96% degli aderenti.
Un dato positivo che evidenzia il grande lavoro finora svolto dai Centri per l'Impiego, in particolar modo quelli della provincia di Foggia che hanno convocato il 99% degli iscritti: nella suddetta provincia, la convocazione a seguito dell'adesione avviene quasi in tempo reale. Ottime anche le performance dei Centri per l'Impiego delle altre province pugliesi, che superano tutte il 93%.
Si procede, quindi, verso la piena convocazione di tutti i ragazzi e le ragazze iscritti al programma e alla chiamata - nel rispetto delle tempistiche indicate dal Ministero del Lavoro - dei nuovi aderenti. Sono stati profilati e hanno stipulato il relativo patto di servizio 52.714 giovani, pari al 60% degli iscritti.
In Italia, secondo l'ultimo report diffuso dal Ministero del Lavoro, si sono iscritti a Garanzia Giovani, al netto delle cancellazioni, circa 916mila persone, di questi sono stati presi in carico e profilati circa 682mila ragazzi, pari al 75%.
Dopo l'adesione, lo status del giovane all'interno del programma può cambiare in conseguenza di alcuni comportamenti. L'adesione può essere cancellata sia direttamente dal giovane, sia da parte dei servizi competenti, per mancanza di requisiti del cittadino, per mancanza di rispetto dell'appuntamento per la presa in carico, per rifiuto della presa in carico o d'ufficio per avvenuta presa in carico presso altra Regione. Al netto delle cancellazioni, in Puglia, hanno aderito 56.620 giovani.
Gli iscritti al programma, che hanno stipulato il patto di servizio, sono 52.714 cioè il 93% al netto delle cancellazioni, un dato di quasi venti punti percentuali superiore alla media nazionale, significativo del lavoro dei servizi pubblici per il lavoro della Regione Puglia.
Al fine di verificare il rispetto delle indicazioni nazionali, che prevedono un tempo massimo di 60 giorni dalla data di adesione al programma Garanzia Giovani alla firma del Patto di Servizio, ogni CPI della Puglia ha indicato la data di iscrizione dell'ultimo giovane che ha firmato presso i propri uffici il patto di servizio.
Nel calcolo dei 60 giorni si tenga conto della data del presente report, aggiornato al 2 maggio 2016. In rosso i CPI che NON garantiscono la performance.
In Puglia, sulla base dei dati comunicati, su un totale di 50 centri per l’impiego attivi sul territorio, solo tre non rispettano la tempistica indicata.
In Puglia le iscrizioni crescono di circa 1000 adesioni la settimana e, nonostante il programma sia partito da quasi due anni, questo trend non accenna a diminuire, segnale di una fiducia dei giovani pugliesi nel progetto. Da quando sono attivi i percorsi individuati dall’Avviso Multimisura Garanzia Giovani della Regione Puglia (17 marzo 2015) le adesioni al programma hanno registrato un sensibile aumento.

Numero adesioni Garanzia Giovani Puglia
Degli 83.451 ragazzi invitati a presentarsi al primo colloquio di orientamento, ben 22.360 hanno scelto di non recarsi al Centro per l’Impiego, pari al 27%.
Del totale dei chiamati, inoltre, il 10% e cioè 8.283 giovani è risultato non possedere i requisiti per partecipare al Programma, pari al 9% se si calcola il dato sul totale degli iscritti.
Dalla presa in carico all'erogazione della misura A partire da metà marzo 2015 sono attivi i percorsi individuati dall’Avviso Multimisura Garanzia Giovani della Regione Puglia. Da marzo, i giovani che hanno aderito a Garanzia Giovani e stipulato il relativo Patto di Servizio presso i Centri per l’Impiego, possono collegarsi al portale istituzionale della Regione, Sistema Puglia, accedere all’offerta dei servizi da parte delle ATS e, sulla base di tale offerta, scegliere liberamente ed in assoluta trasparenza a chi rivolgersi per la presa in carico e l’erogazione dell’azione.
I percorsi sono relativi alla realizzazione delle misure 1-C "Orientamento specialistico o di secondo livello", 2-A "Formazione mirata all'inserimento lavorativo", 3 "Accompagnamento al lavoro", 5 "Tirocinio extra-curriculare, anche in mobilità geografica" e 8 "Mobilità professionale transnazionale e territoriale".
Ad oggi, dei 52.714 giovani che hanno stipulato il patto di servizio, 46.240 pari all’88% hanno chiesto di sostenere un colloquio con una delle ATS vincitrici dell’Avviso Multimisura. Di questi 46.240 giovani, 23.030 hanno già fissato una data per l’appuntamento o sostenuto il colloquio con l’ATS prescelta (e 22.809 sono stati presi in carico dalle ATS), mentre 23.210 ragazzi hanno indicato l’ATS ma sono in attesa della convocazione.
Occorre tuttavia evidenziare che le risorse stanziate dal PON nazionale per Garanzia Giovani non sono sufficienti a garantire la erogazione di una delle misure citate a tutti i Giovani iscritti al Programma.
A partire dalla data del 19 marzo 2015, le Associazioni Temporanee di Scopo, ritenute idonee a seguito dell’Avviso Multimisura, sono nelle effettive condizioni di erogare i percorsi concordati con i giovani presi in carico, seguendo l’ordine cronologico di iscrizione al programma.
Il programma Garanzia Giovani prevede la possibilità di attivare un tirocinio anche mediante l’intermediazione dei Centri per l’Impiego. Ad oggi 1.205 beneficiari stanno svolgendo un tirocinio per il tramite dei CPI.In totale, in Puglia, per il tramite di CPI e ATS, sono stati attivati 10.696 tirocini formativi. Hanno maturato le condizioni per l’erogazione della indennità di primo bimestre e hanno inoltrato contestuale richiesta di pagamento n. 6.770 beneficiari.
L’amministrazione regionale ha, ad oggi, istruito complessivamente 6.056 pratiche di erogazione dell’indennità ed è stato autorizzato il pagamento a 5.433 tirocinanti. Hanno maturato le condizioni per l’erogazione della indennità di secondo bimestre e hanno inoltrato contestuale richiesta di pagamento n. 4.884 beneficiari.
L’amministrazione regionale, ad oggi, ha istruito complessivamente 3.454 pratiche di erogazione dell’indennità ed è stato autorizzato il pagamento a 3.265 tirocinanti.
Relativamente al terzo ed ultimo bimestre, hanno maturato i diritti per l’erogazione dell’indennità ed inoltrato contestuale richiesta di pagamento n. 2.974 beneficiari. L’amministrazione regionale, ad oggi, ha istruito complessivamente 449 pratiche di erogazione ed è stato autorizzato il pagamento a 413 tirocinanti. In totale, tra primo, secondo e terzo bimestre, le richieste di indennità sono pari a 14.628, sono state istruite 9.959 pratiche e sono state autorizzate al pagamento 9.111 indennità bimestrali (62%). Dei giovani iscritti a Garanzia Giovani, inoltre, alcuni sono stati assunti a tempo indeterminato successivamente all’adesione al programma.
Relativamente all’azione 6-A Servizio Civile Nazionale, sono stati avviati a misura tutti i 554 volontari di SCN finanziati a valere su Garanzia Giovani. Di questi, 350 sono impegnati in progetti di enti iscritti all'Albo regionale e 204 in progetti di enti iscritti all'Albo nazionale.
Relativamente alla misura 9 – Bonus Occupazionale, che in Puglia prevede diminuzioni del costo del lavoro per i giovani assunti a tempo indeterminato, in modo da supportare economicamente l'ingresso e la stabilizzazione nel mercato del lavoro, nella nostra regione 2.025 beneficiari e relative imprese hanno goduto dell’incentivo. In conclusione, dal calcolo aggregato dei dati sopra esposti, emerge che dei 52.714 giovani che hanno stipulato il patto di servizio, sono stati avviati a misura di politica attiva per il lavoro 16.380 giovani, pari al 31%. Inoltre, 3.152 giovani risultano assunti a tempo indeterminato.
  -          
 
Riferimenti (ALT+"D")
Data Pubblicazione sul portale: 09 Maggio 2016
Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Garanzia Giovani, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Letto: 2,286 volte