Dote di un miliardo per le Pmi

Immagine associata al documento: Dote di un miliardo per le Pmi Una boccata d'ossigeno che vale un miliardo per gli investimenti delle Pmi italiane che scommettono su innovazione e internazionalizzazione. Il tanto invocato Piano europeo Juncker sblocca i fondi per le piccole e medie imprese con la la firma ieri a Roma di un'intesa tra la Banca europea degli investimenti, Cassa depositi e prestiti, Sace e il ministero del Tesoro. Un accordo anticipato nel forum del Sole 24 ore con i vertici di Cdp di sabato scorso che si concretizza in due contratti di garanzia - «InnovFin» e «Cosme» - attraverso i quali le banche potranno erogare crediti alle Pmi fino a 1 miliardo di euro, a condizioni economiche vantaggiose. A favorire questo credito agevolato saranno infatti sia la garanzia Cdp-Sace che la controgaranzia del piano Juncker (attraverso il Fondo europeo per gli investimenti strategici, "cuore" del piano Ue).
«Molto soddisfatto» il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, che nelle settimane scorse sottolineava il rischio che il Piano Juncker imboccasse una "deriva burocratica": «L'Italia ha sempre sostenuto questo piano e l'importanza di una ripresa degli investimenti pubblici e privati per la ripresa dell'economia in Europa».
«Adesso - conclude - è importante che le imprese italiane utilizzino l'opportunità costituita da questa filiera italiana del credito cui partecipano la Cdp, Sace e le banche associate all'Abi».
«Siamo fiduciosi - aggiunge l'amministratore delegato di Cdp, Fabio Gallia - che quest'accordo produrrà risultati tangibili in futuro rafforzando l'impegno di Cdp nel promuovere la crescita dell'imprenditoria italiana».
Per il Direttore generale dell'Abi, Giovanni Sabatini, continua con questo protocollo «la positiva e fattiva collaborazione dell'Abi con Cdp, già sperimentata con successo nel supporto alle imprese durante la crisi e ora orientata a rafforzare la ripresa, sfruttando tempestivamente e al meglio le potenzialità del Piano Juncker».
Con il protocollo l'Abi si impegna in particolare a diffondere il nuovo prodotto «2i per l'impresa - Innovazione&internazionalizzazione» che punta ad agevolare gli investimenti di circa un migliaio di imprese nell'innovazione e nei loro sforzi a internazionalizzarsi.[...]

Continua a leggere l'articolo sul web       -          
 
Data Pubblicazione sul portale: 22 Dicembre 2015
Fonte: Il Sole 24ore.com
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Rassegna Stampa, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Letto: 511 volte