Cantieri di Cittadinanza - Manifestazione di Interesse: Attive Nuove Funzionalità Procedura Telematica - Nota Tecnica

Immagine associata al documento: Cantieri di Cittadinanza - Manifestazione di Interesse: Attive Nuove Funzionalità Procedura Telematica - Nota Tecnica Introdotte nuove funzionalità all'interno della procedura telematica per l'Avviso Manifestazione di Interesse - Cantieri di Cittadinanza, attraverso il quale i Comuni singoli e associati, le imprese private e le organizzazioni non profit di ciascun Ambito territoriale possono presentare le manifestazioni di interesse e le proposte progettuali per l'attivazione di Cantieri destinati ad accogliere i beneficiari del sostegno economico al reddito denominato "Cantieri di Cittadinanza", ovvero dei beneficiari del percorso denominato "Lavoro minimo di cittadinanza" in quanto percettori di ammortizzatori sociali.

Nello specifico, le novità riguardano:
1. La generazione di un singolo PDF per ogni progetto nella Manifestazione di interesse: in precedenza all'atto della convalida di una Manifestazione di Interesse era generato un PDF per tutti i progetti. A seguito di questa novità, all'interno del sistema dovrà essere caricato (firmato digitalmente) il file di ogni singolo progetto.
2. La possibilità di aggiungere un nuovo progetto a una Manifestazione di Interesse già presentata: Nel caso in cui una Manifestazione di Interesse sia stata già trasmessa è possibile aggiungere un progetto da "Presentazione domande - Compila la tua domanda" attraverso il link "Nuovo progetto".

La procedura è disponibile nella pagina dell'iniziativa che è raggiungibile sul portale Sistema Puglia attraverso il link Cantieri di Cittadinanza, attivo nella sezione "Bandi in Corso - Aperti" della home-page e poi su "Sezioni Speciali - Manifestazione di Interesse".

Per accedere direttamente alla pagina dedicata a Cantieri di Cittadinanza - Manifestazione di Interesse: Clicca qui       -          
 
Data Pubblicazione sul portale: 03 Luglio 2015
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Letto: 1,922 volte