Edilizia scolastica: piano nazionale triennale interventi

Immagine associata al documento: Edilizia scolastica: piano nazionale triennale interventi Il Governo ha pubblicato la programmazione nazionale triennale degli interventi di edilizia scolastica. Il periodo interessato va dal 2015 al 2017.
Tutti gli oltre 6.000 interventi - individuati sulla base delle priorità indicate dalle Regioni, sentiti gli Enti locali - sono stati approvati dal Ministero dell'istruzione, Università e ricerca, e finanziati per un fabbisogno di 3,7 miliardi di euro.
Sempre il Governo fa sapere che i primi 1.300 interventi saranno finanziati grazie a 905 milioni dei cosiddetti mutui BEI (Banca europea per gli Investimenti), mutui agevolati con oneri di ammortamento a carico dello Stato che potranno essere accesi dalle Regioni.
Di questi interventi circa il 25% riguarda nuove costruzioni, il rimanente 75% è relativo alla manutenzione e ristrutturazione di edifici esistenti (messa in sicurezza, adeguamento antisismico, efficientamento energetico di scuole, immobili all'Alta formazione artistica, musicale e coreutica o adibiti ad alloggi e residenze per studenti universitari). Beneficiari dei mutui saranno gli enti locali proprietari degli immobili che dovranno procedere all'aggiudicazione almeno provvisoria degli interventi entro il 31 ottobre 2015.
Quindi fra i primi 1.300 interventi che saranno realizzati circa il 25% riguarda nuove costruzioni e il rimanente 75% è relativo a manutenzione e ristrutturazione di edifici esistenti.
"La Programmazione unica nazionale di cui l'Italia si dota oggi per la prima volta - spiega il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini - scatta la fotografia delle necessità delle scuole e ci consente di fare quello che in passato non si è fatto: individuare in anticipo e su più annualità consecutive gli interventi da realizzare".

Leggi l'articolo sul web       -          
 
Data Pubblicazione sul portale: 15 Giugno 2015
Fonte: Regioni.it - Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
Aree Tematiche: Politiche per lo Sviluppo, Sistema Puglia
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Letto: 465 volte