Assessore Minervini: parte a Taranto la scuola di "Bollenti spiriti"

Immagine associata al documento: Assessore Minervini: parte a Taranto la scuola di "Bollenti spiriti" Bollenti Spiriti e ARTI cercano 30 giovani residenti in Puglia di età compresa tra i 18 e i 35 anni per la prima edizione de "La Scuola di Bollenti Spiriti": un percorso di formazione intensiva per operatori di politiche giovanili (youth worker).
La Scuola avrà carattere residenziale e si svolgerà a Taranto, per la durata di 8 settimane, nel periodo maggio - luglio 2014.
Durante la Scuola verranno trattati i temi dello sviluppo locale, delle politiche giovanili, dell'imprenditoria sociale, della rigenerazione urbana e dell'animazione di comunità attraverso metodologie di apprendimento sul campo, in forte relazione con il contesto locale in cui verrà realizzata e con il coinvolgimento di esperienze di eccellenza a livello regionale, nazionale e internazionale.

"Anche in Puglia - spiega l'assessore alle Politiche Giovanili, Guglielmo Minervini - in questi anni sono sorte esperienze attorno a persone capaci di sprigionare positive dinamiche di aggregazione e di animazione della comunità. E' attorno alle persone giuste che accadono le cose. Con la scuola di Bollenti spiriti vogliamo individuarne almeno altri trenta da riportare poi sul territorio regionale per attivare i rinunciatari, gli "sdraiati", i "Neet" che hanno rinunciato a cercare. Sarà il nostro modo di portare in Puglia l'esperienza degli "youth workers", gli attivatori di comunità che lavorano senza rete sul territorio, per promuovere esperienze di innovazione sociale.
Non ci sentiremmo appagati fino a quando non avremo snidato la sfiducia e la rassegnazione dei rinunciatari".

L'obiettivo della "Scuola di Bollenti Spiriti" è formare nuove figure professionali in grado di:
  • contribuire a estendere le opportunità di partecipazione al nuovo Piano Bollenti Spiriti 2014-2015 "Tutti i giovani sono una risorsa";
  • promuovere azioni generative in diversi campi di attività che valorizzino il contributo dei giovani cittadini al bene comune e siano occasione di sperimentazione, apprendimento non formale e scoperta dei talenti inespressi;
  • favorire l'emersione e l'interconnessione di energie e risorse latenti degli attori istituzionali, economici e sociali e dei giovani cittadini pugliesi.
Ai partecipanti sarà garantito l'alloggio e verrà corrisposta un'indennità di partecipazione.
Per partecipare è necessario presentare una domanda di candidatura secondo le modalità indicate nell'Avviso entro e non oltre le ore 16:00 del 7 aprile 2014.
La "Scuola di Bollenti Spiriti" è un'iniziativa della Regione Puglia - Servizio Politiche Giovanili e Cittadinanza Sociale, e dell'ARTI - Agenzia Regionale per la Tecnologia e l'Innovazione, promossa nell'ambito del programma regionale per le politiche giovanili.       -          
Sito di riferimento: http://bollentispiriti.regione.puglia.it/
Data Pubblicazione sul portale: 12 Marzo 2014
Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Politiche e Mercato del Lavoro, Politiche per lo Sviluppo, Lavoro e Formazione
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Letto: 704 volte