Puglia verso il futuro dello spazio, da protagonista

Immagine associata al documento: Puglia verso il futuro dello spazio, da protagonista Capone: "Giovani e imprese pugliesi i protagonisti di Space4You"

Una platea straordinaria, quella di space4You, che ha visto per la prima volta la Puglia al centro del dibattito internazionale sui temi dello spazio. Un'iniziativa che l'assessorato allo Sviluppo economico della Regione Puglia ha fortemente voluto con l'obiettivo di restituire alla Puglia il valore inestimabile di anni di coraggio e determinazione che hanno portato il territorio a diventare, da mero subfornitore, tra i primi distretti italiani nel settore dell'aerospazio.
"Abbiamo scommesso sulla nostra regione - ha detto l'assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone. Abbiamo scommesso sui nostri giovani e sulle nostre piccole imprese. Oggi possiamo dire che abbiamo anche se c'è ancora molto da fare".

In Puglia le piccole e medie imprese operanti nel settore hanno registrato +146% nel numero di addetti, e la qualità della forza lavoro è cresciuta: i laureati sono passati dal 14 al 21%. La chiave di tale successo è il sistema di rete che la Puglia è riuscita a creare. La collaborazione sinergica tra istituzioni, centri di ricerca, università, imprese, e le politiche regionali, è il paradigma che ha permesso alla Puglia di eccellere in Europa.

La Regione Puglia ha sostenuto fortemente il settore dell'aerospazio. In tutto sono stati mobilitati investimenti per quasi 179 milioni di euro di cui 177.892.352 con i Contratti di Programma rivolti alle grandi imprese mentre le medie e le piccole imprese, con i PIA (programmi integrati di agevolazione) e i PIA Piccole Imprese, stanno realizzando investimenti per un valore di 9.797.703 euro. 304.678 euro sono stati investiti da Start up impegnate nella produzione di velivoli ultraleggeri e 427.671 da imprese innovative che operano nei settori dei materiali avanzati e dell'Aerospazio, dell'Aeronautica e dell'Elicotteristica.

"Quando questa amministrazione si è insediata - ha continuato l'assessore - ha deciso di dire 'no' alla logica dei finanziamenti a pioggia. Abbiamo investito su progetti orientati alla crescita del sapere produttivo, dell'innovazione, della ricerca. In quest'ottica sono nati i distretti industriali e, successivamente, i distretti tecnologici per il trasferimento del know how al nostro apparato produttivo".

Una politica industriale coerente e moderna che ha dimostrato di saper rispondere alle esigenze degli utilizzatori delle tecnologie spaziali con un altro strumento innovativo: i Living Lab. Un intervento che ha capovolto completamente le coordinate degli altri avvisi pubblici perché ha collocato al timone chi prima era solo un soggetto passivo: l'utente finale.

Molte delle più interessanti esperienze di Living Lab hanno trovato ispirazione nella sfera dello spazio e dell’aerospazio – ha sottolineato Capone. C’è chi ha elaborato tecnologie spaziali in grado di prevenire malattie cardiovascolari. Chi, ancora, ha realizzato un sistema capace di fornire informazioni puntuali e di qualità sulle condizioni del tempo e del mare utili alle guardie costiere come a diportisti e a turisti”.

Fiori all’occhiello del sistema d’impresa pugliese che hanno lasciato a bocca aperta la platea internazionale di “Space4You”. Una platea composta da 65 relatori e oltre 400 partecipanti uniti da un obiettivo comune: ridurre la distanza tra il tema dello spazio e la comunità civile. Perché l’applicazione delle tecnologie spaziali ha una ricaduta importante sulla quotidianità: dalla salute alla meteorologia, alla protezione civile, alla sicurezza, al monitoraggio ambientale.

Ha detto bene il presidente Vendola: c’è un tesoro dietro tutta questa tecnicalità. A noi l’opportunità di indagarlo. Lo spazio – ha concluso - è avventura e stupore, patrimonio e bene, è un’occasione per rilanciare l’economia del territorio e investire ancora in ricerca, innovazione, internazionalizzazione, occupazione. Per vincere la sfida, però, è necessario che le Regioni lavorino insieme creando poli di eccellenza e che le PMI costruiscano tra loro reti efficaci”.

Dodici miliardi di euro la cifra che l’Unione europea investirà per lo Spazio nel corso della programmazione 2014-2020. Di queste risorse 1 miliardo e 400mila euro è la quota destinata all’Italia di cui una cospicua fetta andrà alla Puglia.

“Space4You” è il primo evento del 2014 dedicato all’internazionalizzazione della ricerca tra quelli previsti dal Programma di Promozione di Internazionalizzazione dei Sistemi Produttivi della Regione Puglia. È l’evento apripista della nuova programmazione dei fondi strutturali, che dovrà tenere conto degli indirizzi dell’Unione europea definiti dalla strategia “Europa 2020”. Obiettivo alla base della nuova programmazione è uno sviluppo intelligente, inclusivo e sostenibile dei territori, ottenuto anche rafforzando le specializzazioni intelligenti (“Smart specialization”).

Versione in pdf del Comunicato Stampa     - [Scarica  .pdf  - 227 Kb][Apri   .pdf ]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 28 Febbraio 2014
Fonte: Ufficio Stampa
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 190 volte
Letto: 216 volte