Loredana Capone replica a Montinari sul Piano per il Sud

Immagine associata al documento: Loredana Capone replica a Montinari sul Piano per il Sud Avallare il Piano per il Sud, perché le regioni meridionali sarebbero colpevoli di non aver speso i fondi da prima del 2006 è una tesi non condivisibile per una Regione come la Puglia, se solo si ha contezza della spesa effettivamente sostenuta". A sostenerlo è la vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone, che replica così alle dichiarazioni del presidente di Confindustria Puglia Piero Montinari riportate sui quotidiani di oggi.

"Il governo nazionale - dice - sta mascherando come politiche finalizzate all'efficienza e alla qualità della spesa, solo manovre di sottrazione di risorse già destinate al Sud. Il Piano per il Sud e lo stesso decreto sugli incentivi sono l'ennesima prova di un disegno accentratore che rischia non solo di spogliare le regioni del Sud di risorse rilevanti, ma anche di complicare all'infinito la vita dei piccoli e medi imprenditori, andando contro, peraltro, ai principi del federalismo. La stessa presidente nazionale di Confindustria Emma Marcegaglia ha avuto da ridire perché, cito: "le liberalizzazioni non ci sono. Tutto il resto sono iniziative che aprono processi ma che non hanno un impatto immediato".

Leggi il Comunicato Stampa       - [Scarica  .pdf  - 37 Kb][Apri   .pdf ]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 18 Febbraio 2011
Fonte: Area Politiche per lo Sviluppo Economico, il Lavoro e l'Innovazione
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 332 volte
Letto: 82 volte