Sistema Puglia - Il portale per lo sviluppo e la promozione del territorio e delle imprese - Regione Puglia - Area Politiche per lo Sviluppo il Lavoro e l'Innovazione

Presentato dall'assessore Alba Sasso il nuovo Contratto di Apprendistato

Immagine associata al documento: "In linea con la programmazione nazionale (promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e attuato da Italia Lavoro con i contributi dei Programmi Operativi Nazionali del Fondo Sociale Europeo 2007-2013) sulle politiche in materia di formazione professionale, la Regione Puglia ha sviluppato una strategia per garantire una cornice legislativa in materia di apprendistato. L'obiettivo è promuovere l'incontro tra le associazioni dei datori di lavoro più rappresentative sul piano nazionale tra cui gli enti bilaterali, le università, gli istituti scolastici e la nuova forza lavoro". Oggi, 10 settembre, nel padiglione istituzionale n.152 della Regione Puglia si è parlato di opportunità per l'occupazione giovanile e per le imprese con gli assessori al Welfare Elena Gentile(ha aperto i lavori) e alla Formazione Professionale Alba Sasso durante la presentazione del nuovo contratto di apprendistato sulla base di alcuni correttivi indicati nella riforma del ministro del lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, pur lasciando il testo unico n.167 del 2011 sostanzialmente invariato.

"Nel sistema scuola-lavoro la Regione - conclude i lavori l'assessore Sasso -ha già attivato una serie di programmi per agevolare la qualificazione e riqualificazione dei giovani studenti e laureati, ma con questo nuovo impegno sulla legge quadro dell'apprendistato intendiamo tutelare la qualità dell'informazione e allo stesso tempo agevolare le imprese che assumono utilizzando questo strumento di lavoro entro i limiti consentiti dalla legge. E infatti il ruolo delle Regioni è quello di mettere ordine in una giungla di dettami e norme che riguardano due tipologia di apprendistato: quella per la qualifica e per il diploma professionale e quella per l'alta formazione. In questo caso sarà necessario avviare un dialogo serrato con le parti sociali per valutare un percorso di qualità che non sacrifichi la formazione. Mentre è già normato il profilo per la qualifica e il diploma professionale.

Leggi il Comunicato Stampa    [Scarica  .pdf  - 68 Kb]      
 

Data Pubblicazione sul portale: 10 Settembre 2012
Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 746 volte
Letto: 147 volte