Iniziative per le infrastrutture di supporto degli insediamenti produttivi - Aree PIP

Obiettivo dell'azione è sostenere interventi di qualificazione delle aree esistenti destinate agli insediamenti produttivi ed al loro completamento infrastrutturale, (aree con indice di insediamento >75%). Sono altresì ammessi interventi in nuove aree (aree con indice di insediamento <75%) solo dove il Soggetto proponente dimostri la completa infastrutturazione delle aree gia presenti, nonché l'esistenza di richieste formali da parte di nuove imprese interessate ad insediarsi.

Beneficiari
Enti locali e Consorzi aree di sviluppo industriale
Ciascun beneficiario potrà presentare una sola istanza di finanziamento

Elenco e descrizione dei singoli interventi-attività
A) Nelle aree esistenti (indice di insediamento >75%)B) Nelle nuove aree (indice di insediamento <75%)Per indice di insediamento si intende il rapporto tra superficie occupata da imprese (dotate di permesso a costruire) e la superficie fondiaria dell'intera area così come riportato nello strumento urbanistico esecutivo.

Risorse finanziarie disponibili: € 60.000.000,00
Le risorse sono destinate per:Il contributo regionale non potrà superare € 4.000.000,00.

Presentazione domande
Le domande di ammissione devono essere compilate mediante procedura telematica e trasmesse secondo le modalità di presentazione riportate nell'Avviso, a partire dal 01/09/2009 e comunque entro il 30/09/2009 ( prorogato al 30/10/2009 con Determinazione Dirigenziale n. 514 del 4 agosto 2009 ).

La procedura telematica disponibile sul portale Sistema Puglia nella pagina del bando Aree PIP - Presentazione domande - sarà operativa a partire dalle ore 12:00 del giorno 01/09/2009
Per l'accesso alla procedura è necessario essere registrati e connessi al portale

Per informazioni:
Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l'Innovazione
Servizio Artigianato, PMI e Internazionalizzazione
Corso Sonnino, 177
70121 - Bari
-
Data Pubblicazione sul portale: 19 Luglio 2009
Aree Tematiche: Sistema Puglia
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Letto: 50 volte