FAQ TecnoNidi

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in documenti in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ sia elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca
Documenti FAQDocumento in formato pdf (contiene 7 FAQ) - [Scarica  .pdf  - 13 Kb]
Documento in formato excel - [Scarica file.xls]

..: Sono presenti 7 FAQ :..


7 - (D) E' possibile ricevere indicazioni su servizi e competenze dei laboratori pubblici di ricerca presenti in Puglia ?

(R)
Sì, consigliamo di fare riferimento all'indirizzo www.arti.puglia.it/reti-di-laboratori/ che riporta il catalogo di alcune reti di laboratori, recentemente dotate di attrezzature avanzate.

6 - (D) Come si può costituire una start up innovativa ?

(R)
Per costituire una start up innovativa ci sono tre opzioni:
1. Mediante l'intervento di un notaio. Il notaio che redige l'atto costitutivo è tenuto anche al suo deposito al Registro delle Imprese.
2. Mediante l'assistenza qualificata alle imprese (AQI) fornita dall'ufficio costituito presso le Camere di Commercio, che provvede al deposito al Registro delle Imprese.
3. Mediante la compilazione di un atto costitutivo tipizzato, sottoscritto con firma digitale dal legale rappresentante. Per la compilazione dell'atto costitutivo tipizzato ci si può collegare all'indirizzo :
http://startup.infocamere.it/atst/guidaCostitutivo;jsessionid=2BT1R2vfPeFqeq8DlV4CcH7o.inter6jb1?0
5 - (D) Cos'è una start up innovativa ?

(R)
La start up innovativa è una particolare forma d'impresa costituita come società di capitali, anche in forma cooperativa, che deve possedere i requisiti di cui alla Legge n. 221/2012 e successive modifiche e integrazioni.
E' disponibile un servizio on line, all'indirizzo http://startup.registroimprese.it/isin/static/startup/index.html ,
dove poter verificare il possesso dei requisiti.
All'interno del portale è disponibile anche la “GUIDA SINTETICA REDATTA DALLE CAMERE DI COMMERCIO CON IL COORDINAMENTO DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO”.
4 - (D) In riferimento all'articolo 5 (lettere g,h,i) , per i costi di funzionamento quali spese di consulenza sono agevolabili ?

(R)
Per i servizi di consulenza in materia di innovazione, sostegno all'innovazione e quanto previsto alla lettera i del comma 2 art. 5, si intendono agevolabili le spese per l’acquisizione di consulenze utili per un ulteriore avanzamento dello stato di innovazione dell’impresa. Sono pertanto proponibili costi destinati a tale finalità, sulla base di appositi preventivi formulati dai fornitori, per i cui requisiti e criteri di quantificazione dei costi delle giornate uomo, si può fare riferimento a quanto previsto nell’allegato 5 all’Avviso Innonetwork, già pubblicato sul BURP n. 128 del 08/11/2016.
3 - (D) Quali sono le spese di funzionamento rendicontabili a validità pluriennale ?

(R)
Per quanto previsto dall’Avviso per le spese di funzionamento vale il criterio della competenza, considerato il fatto che sono rendicontabili entro e non oltre i 12 mesi dal ricevimento della prima quota di agevolazione (liquidazione anticipo conto impianti, cfr. art. 17 dell’Avviso). Solo per i costi concernenti i premi per polizze assicurative riferite all’esercizio dell’attività di impresa (ad esempio: per rischi di furto e incendio dei beni agevolati, per responsabilità civile dell'imprenditore) è possibile considerare la validità pluriennale delle spese.
Pag. 1 di 2 : 1 2 Succ.