FAQ Bando Commercio 2013

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in documenti in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ sia elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca
Documenti FAQDocumento in formato pdf (contiene 38 FAQ) - [Scarica  .pdf  - 26 Kb]
Documento in formato excel - [Scarica file.xls]

..: Sono presenti 38 FAQ :..


  - (D) Per la chiusura progetto va inviata tutta la documentazione entro i dodici mesi dalla concessione dell'agevolazione? Compresi i pagamenti?

(R)
L'articolo 6.16 del bando stabilisce che "Il programma deve essere ultimato entro 12 mesi dalla data di adozione della concessione provvisoria delle agevolazioni". (scadenza chiusura ed ultimazione del programma d’investimento)

Inoltre, il successivo art. 6.18 prevede che “la data di effettuazione della spesa è quella del relativo titolo (ovvero la fattura) ancorché quietanzato o pagato successivamente”.

Infine, il successivo art. 6.19 precisa che "la documentazione di spesa e di rendicontazione prevista dal bando (ovvero la compilazione in piattaforma del Modulo C per la richiesta di erogazione a saldo del contributo) deve essere trasmessa non oltre i 30 giorni successivi alla data di cui al punto 6.16. (scadenza per la rendicontazione delle spese del programma)

Pertanto, da una lettura congiunta degli artt. 6.16, 6.18 e 6.19 del bando, si chiarisce quanto di seguito:
a) la fattura deve essere emessa entro e non oltre la data di ultimazione del programma d’investimento di cui all’art. 6.16;
b) il pagamento può essere effettuato entro e non oltre i 30 giorni successivi alla data di ultimazione del programma.
  - (D) L'azienda beneficiaria delle agevolazioni che nel programma di investimenti presentato ha previsto la realizzazione di progetto e-commerce deve necessariamente prevedere nel suo oggetto sociale la possibilità di svolgere attività e-commerce?

(R)
L'impresa che ha proposto un progetto di e-commerce deve, in fase di saldo e rendicontazione del contributo, fornire documentazione idonea ad attestare la realizzazione del progetto.
Tale documentazione non è solo riferita agli adempimenti contabili di pagamento e fatturazione ma anche:
- trasmissione al Comune competente e alla Camera di commercio del MOD COM 9 per il commercio elettronico;
- predisposizione del sito internet idoneo a tale attività;
- visibilità sul sito stesso degli estremi della misura che ha finanziato il sito.

La trasmissione del MOD COM 9 comporta la conseguente registrazione dell'attività anche sulla visura camerale.
  - (D) Tra le spese ammesse ancora da sostenere è inclusa quella di un fornitore che ha cessato l'attività.
Con quali modalità l'azienda deve comunicare (raccomandata o PEC) e richiedere preventiva autorizzazione alla modifica del fornitore?

(R)
La comunicazione deve avvenire esclusivamente a mezzo PEC. La chiusura dell'attività da parte del fornitore può essere considerata causa di forza maggiore ai sensi dell'articolo 10.7 del bando. Il nuovo fornitore deve avere analoghe abilitazioni e deve produrre analogo preventivo con firma digitale.
35 - (D) GRADIREI CON LA PRESENTE SAPERE SE E' AMMISSIBILE, PRIMA DEI CINQUE ANNI DALLA DATA DI LIQUIDAZIONE DEL SALDO, UNA CESSIONE D'AZIENDA AD ALTRO SOGGETTO GIURIDICO, CHE POSSIEDE I MEDESIMI REQUISITI OGGETTIVI E SOGGETTIVI NECESSARI A LASCIARE INALTERATO IL POSIZIONAMENTO IN GRADUATORIA, E SE LA STESSA COMUNQUE DEVE ESSERE SUBORDINATA AD UNA PREVENTIVA ED ESPLICITA AUTORIZZAZIONE DA PARTE DELL'ENTE EROGANTE.

(R)
Le operazioni di trasferimento, affitto d’azienda, conferimento, scorporo, fusione, scissione o cessione d’azienda o di un ramo d’azienda devono essere preventivamente autorizzate a seguito di specifica istanza (scrivendo alla pec del Bando Commercio) per il mantenimento dell'agevolazione in relazione alle sole spese ammesse al programma.
L’Ufficio competente valuta l’ammissibilità della richiesta, verifica il possesso dei requisiti soggettivi richiesti dal bando e la sussistenza degli elementi oggettivi posti a base della valutazione del programma d’investimento.
Tali operazioni straordinarie sono ammissibili qualora intervengano PRIMA dell’avvio del programma d’investimento e dell’adozione del provvedimento di concessione provvisoria delle agevolazioni oppure DOPO l’adozione del provvedimento di concessione definitivo di liquidazione a saldo.
La ditta proponente ed il nuovo soggetto subentrante, pertanto, sottoscrivono nell'atto notarile una specifica dichiarazione attraverso la quale assumono l'impegno al pieno rispetto delle disposizioni previste dal Bando.
34 - (D) Ho già formalizzato l'accettazione secondo le prescrizioni ricevute. Vorrei richiedere delucidazioni: E' necessaria la fidejussione bancaria o polizza fidejussoria per la richiesta di anticipo del 50% anche nel caso in cui sia stato completato l'intero programma di investimenti oggetto del presente Bando?

(R)
Si precisa che l'articolo 10.5 del bando obbliga l'impresa beneficiaria a presentare una fideiussione solo nel caso in cui la stessa intenda avvalersi di un'anticipazione.
L'impresa può rinunciare all'anticipazione e presentare direttamente la richiesta di saldo senza necessità di fideiussione.
Pag. 1 di 8 : 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ.