FAQ Assegno di Cura - Annualità 2017

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in documenti in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ sia elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca

..: Sono presenti 3 FAQ :..


  - (D) Le graduatorie dei vincitori del bando " assegno di cura" Dove e quando si possono visionare?

(R)
Esiste un quadro normativo ormai consolidato sulla privacy e il trattamento di dati sensibili, che ovviamente siamo chiamati a rispettare.
Le "graduatorie" di priorità non sono pubblicabili, neppure solo con il codice pratica, fino a conclusione della procedura di valutazione.
Si ricorda peraltro che le "graduatorie" sulla base del punteggio sintetico di fragilità socioeconomica sono solo un elenco ordinato di domande (potevano essere ordinate in ordine alfabetico, o in ordine temporale di arrivo, ma si è scelto di intesa di considerare il livello di fragilità socioeconomica perchè la natura dell'assegno di cura è proprio quella di un contributo economico di sostegno al reddito per integrare il carico di cura di persone non autosufficienti assistite a domicilio, non condizionato, cioè non vincolato all'acquisto di prestazioni sociosanitarie di assistenza).
Ciascun utente potrà vedere il suo punteggio e il suo posto relativo in graduatoria, che, va detto, è assolutamente provvisorio, perchè determina solo l'ordine con cui la UVM di ogni distretto dovrà procedere alla valutazione multidimensionale, alla attribuzione del punteggio di gravità in base alla scala applicabile (come da Decreto FNA) e alla elaborazione del relativo PAI.
Ciascuna ASL, in relazione alla dotazione finanziaria a ciascuno affidata, provvederà a fare provvedimenti successivi di ammissione a finanziamento, man mano che la UVM determini il possesso del requisito minimo, cioè appunto la attestazione di gravissima non autosufficienza.
I provvedimenti di ammissione della ASL saranno pubblici - con il rispetto della riservatezza, e quindi solo con i codici pratica.
  - (D) con vs risposta cod. CSP-13149 non mi è stato detto se la domanda può essere firmata dal tutore dato che nell'accreditamento per il portale sistema puglia è stato erroneamente riportato come referente un disabile interdetto che è anche beneficiario e non può firmare la domanda.
Grazie

(R)
Si ribadisce che soggetto richiedente, nella fattispecie descritta, deve essere il Tutore legale del soggetto avente diritto .
Qualora sia stato indicato erroneamente come soggetteìo referente una persona interdetta la domanda va annullata. Per questo occorre richiedere Assistenza tecnica al link indicato "Assistenza tecnica" sulla piattaforma informatica http://www.sistema.puglia.it/portal/page/portal/SolidarietaSociale/ASCURA2017
1 - (D) CHE COSA SI INTENDE PER "POSSESSO DELLA SVAMA"? E' UN CAMPO OBBLIGATORIO"? QUALE DOCUMENTAZIONE VA ALLEGATA?

(R)
La SVAMA è la scheda di valutazione rilasciata a cura delle Unità di Valutazione multidimensionale di ciascun Distretto sociosanitario (come da Delibera di Giunta Regionale 691/2011).

La condizione di gravissima disabilità sarà accertata previa valutazione multidimensionale (VMD) a cura delle Unità di valutazione multidimensionale (UVM) di ciascun Distretto sociosanitario della ASL competente territorialmente tramite l'utilizzo della scheda SVAMA associata ai punteggi Barthell e alla profilazione di gravissima disabilità di cui alle scale di valutazione corrispondenti alle tipologie di condizione di gravissima disabilità e non autosufficienza allegati nn. 1 e 2 del Decreto del Fondo Nazionale Non Autosufficienza 2016 del 26.09.2016.

Quando la persona non autosufficiente è oggetto di valutazione multidimensionale, la SVAMA viene compilata, anche se non sempre consegnata materialmente all'utente o al suo nucleo familiare.

Se, invece, la persona assistita per la quale si chiede l'assegno di cura non è mai stata oggetto di valutazione multidimensionale da parte di UVM del distretto sociosanitario competente (anche per l'accesso ad altre prestazioni sociosanitarie) ovvero non è in possesso della relativa documentazione, il campo della domanda dove vengono richiesti i dati relativi alla SVAMA (data di ultimo rilascio e Distretto ASL di competenza) non devono essere compilati. Il campo, d'altra parte, non è obbligatorio.

In ogni caso non va allegata documentazione, relativa alla SVAMA più o meno aggiornata che, peraltro, potrebbe non essere stata materialmente rilasciata al nucleo familiare.

Solo nel caso in cui la persona gravemente non autosufficiente risulti essere ancora in attesa dell’accertamento della invalidità e la sua condizione di non autosufficienza sia riconducibile alla lettere a) o d) e determinata da eventi traumatici, dovranno essere compilate le informazioni relative alla voce della domanda "Possesso di certificazione di diagnosi specialistica, rilasciata nel corso del primo semestre 2017, attestante la condizione di gravissima non autosufficienza" e dovrà essere allegata la relativa documentazione.
Pag. 1 di 1 : 1