FAQ Titolo II - Capo 3

Dal riquadro Documenti FAQ è possibile scaricare le FAQ in documenti in formato pdf ed excel.

Nel caso del documento pdf, se il numero di FAQ presenti in elenco è superiore al numero di FAQ contenute nel documento, è possibile generare una versione aggiornata del documento.

Se il numero di FAQ sia elevato la procedura di generazione del documento potrebbe durare qualche minuto.

Imposta campi per la ricerca
Documenti FAQDocumento in formato pdf (contiene 121 FAQ) - [Scarica  .pdf  - 75 Kb]
Documento in formato excel - [Scarica file.xls]

..: Sono presenti 121 FAQ :..


124 - (D) Faccio riferimento ad un'azienda con sede legale in provincia di Bari e sede operativa a Matera.

Dovremmo fare un investimento a Matera e gradirei sapere se per questa circostanza fosse possibile presentare domanda di agevolazioni ai sensi del Titolo II - Capo III.

Saluti

(R)
Ai sensi dell’art. 3 co. 9 “Le iniziative agevolabili devono essere riferite a unità locali ubicate nel territorio della regione Puglia”. Pertanto, se la sede oggetto di investimento non è sul territorio regionale l’investimento non è ammissibile al Titolo II capo 3.
123 - (D) Salve si chiede di sapere se un attività commerciale con codice fateci ammissibile puo candidare al bando il progetto di ammodernamento dell' attività esistente con l acquisto di nuovi arredi e attrezzature e piccole opere edili.

(R)
L’investimento volto all’ampliamento dell’attività commerciale attraverso l’acquisto di nuove attrezzature e la ristrutturazione della sede apparirebbe ammissibile alle agevolazioni di cui al presente Avviso.
122 - (D) Un'impresa che deve acquistare un AUTOMEZZO può dimostrare che effettua il ricovero del mezzo in un DEPOSITO C/2?

(R)
Il luogo di ricovero dei mezzi deve essere idoneo e, pertanto, in grado di garantire la custodia del mezzo; pertanto, a parte la corretta destinazione d’uso (C2 è deposito – non autorimessa che è, invece, C/6) è comunque necessario dimostrare l’idoneità del luogo individuato.
121 - (D) buongiorno, sto richiedendo il contributo per l'apertura di una nuova sede della mia attività, non ho acquistato un nuovo immobile ma stipulato un contratto di locazione e la vecchia sede della mia attività permane. cosa devo allegare alla voce TITOLO DI DISPONIBILITA DELL'IMMOBILE?

(R)
Deve allegare il titolo di disponibilità (nel caso indicato il contratto di locazione) della nuova sede dove viene realizzato l’investimento.
120 - (D) Buonasera,
la presente per chiedere info sulla data di inizio degli investimenti.
Qual'è il momento in cui possono essere avviate le spese??? la data deve essere successiva a quella indicata nell'Allegato D?
Si ringrazia anticipatamente e si porgono cordiali saluti.


(R)
Come previsto sin dal comma 6 dall’art. 4 dell’avviso ante modifica dell’Avviso, le spese ammissibili dovranno derivare da atti giuridicamente vincolanti (contratti, lettere d’incarico, conferma d’ordine) da cui risulti chiaramente l’oggetto della prestazione, il suo importo, la sua pertinenza al progetto, i termini di consegna. Con la modifica dell’Avviso è semplicemente stato meglio specificato quanto già previsto; infatti, al comma 18 dell’Art. 4 dell’Avviso (modificato), con riferimento all’effetto di incentivazione si evidenzia che: ai sensi dell’art. 2 punto 23 Regolamento (CE) 651/2014 del 17.06.2014, per "avvio dei lavori" si intende: “la data di inizio dei lavori di costruzione relativi all'investimento oppure la data del primo impegno giuridicamente vincolante ad ordinare attrezzature o di qualsiasi altro impegno che renda irreversibile l'investimento, a seconda di quale condizione si verifichi prima. L'acquisto di terreno e i lavori preparatori quali la richiesta di permessi o la realizzazione di studi di fattibilità non sono considerati come avvio dei lavori. In caso di acquisizioni, per "avvio dei lavori" si intende il momento di acquisizione degli attivi direttamente collegati allo stabilimento acquisito.”
Pertanto, in presenza di un atto giuridicamente vincolante con data antecedente alla data di presentazione della domanda, l’intero programma di investimenti è ritenuto inammissibile.
A titolo esemplificativo, si riportano i documenti che possono ritenersi atti giuridicamente vincolanti:
• Preventivo controfirmato per accettazione;
• Contratto di fornitura/appalto;
• Ordine di acquisto/Conferma d’ordine (con o senza il versamento di un acconto/anticipo/caparra);
• Decreto di trasferimento del giudice, nel caso di acquisto immobile.

Inoltre, la data effettiva di inizio investimenti è rappresentata dalla data del primo titolo di spesa ammissibile (fattura), come previsto al punto A del comma 3 dell’art. 16 dell’Avviso. Tale data deve essere successiva a quella dell’Allegato D.
Pag. 1 di 25 : 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. [10 Succ.]