Le risorse infrastrutturali e la logistica

  La Puglia è una regione "ponte" tra Europa Occidentale da un lato e Balcani, Nord del Mediterraneo e Asia dall'altro.

Una posizione strategica valorizzata da una ricca dotazione infrastrutturale e servizi di logistica capillari ed efficienti:
  • collegamenti aerei dai principali aeroporti pugliesi (Bari e Brindisi) verso numerosi hub europei e dei Balcani. Il numero dei collegamenti è in costante crescita grazie al piano di sviluppo dell'Ente Gestore degli aeroporti pugliesi (www.seap.it). Il traffico nazionale ha un ruolo predominante (soprattutto verso Roma e Milano), ma sta crescendo anche quello internazionale (Gran Bretagna, Francia, Germania, Albania, Russia) supportato dall'offerta di voli low cost. Lo scalo barese è in costante crescita dagli anni novanta. L'ultimazione della nuova aerostazione nel 2005 ha dato ulteriore impulso allo sviluppo dei traffici. Lo scalo brindisino sta registrando una sensibile crescita di passeggeri. Anche qui è in programma il completo ammodernamento dell'aerostazione passeggeri.
  • una regione sul mare con porti all'avanguardia dotati delle più moderne tecnologie di movimentazione merci. In particolare il Porto di Taranto (www.port.taranto.it) è uno dei più attrezzati del Mediterraneo e garantisce il traffico containers verso i principali paesi asiatici. I porti di Bari e Brindisi sono plurimodali (merci e passeggeri). Lo scalo barese sta sviluppando molto negli ultimi anni il traffico passeggeri. In grande crescita i passeggeri dei traghetti (Albania, Grecia, Montenegro, Croazia) e i croceristi (è presente un terminal crociere, e il porto di Bari è diventato anche home port per alcune crociere).

    Da ricordare è anche la presenza di 7.804 posti barca per la nautica da diporto.
  • una rete ferroviaria e stradale capillare che garantisce bassi costi di trasporto e tempi rapidi di percorrenza per il flusso di merci e persone. Ben sviluppati i collegamenti ferroviari interregionali, soprattutto sulla dorsale Adriatica verso Bologna grazie alla presenza del doppio binario. Buoni i collegamenti con la capitale, Roma. Il trasporto regionale beneficerà inoltre del recente completamento del raddoppio Bari-Lecce (2006) e da quello in corso sulla Bari-Taranto, nonché del nuovo materiale rotabile in arrivo che permetterà un notevole miglioramento qualitativo.
    I collegamenti stradali interni sono facilitati dalla natura prevalentemente pianeggiante del territorio che favorisce la velocità degli spostamenti intraregionali. I capoluoghi sono ben collegati fra loro. Negli ultimi anni buona parte della rete di interesse regionale è stata interessata da lavori di ammodernamento.
  • una delle più elevate dotazioni di infrastrutture di comunicazione in Italia (oltre l'80% della popolazione ha accesso alla banda larga);
  • un sistema intermodale in crescita, in particolare grazie all'espansione dell'interporto di Bari e alla recente costruzione di altri due interporti a Cerignola (Fg) e Francavilla Fontana (BR). L'attivazione dei tre interporti renderà molto più agevole l'intermodalità fra le varie tipologie di trasporto. Inoltre, la possibilità di collegare direttamente su ferro il porto di Taranto con l'interporto regionale di Bari trasformerà la Puglia in un'importante piattaforma logistica per la movimentazione delle merci non solo in tutto il Meridione d'Italia, ma anche in tutta l'area del Mediterraneo.
- [Scarica  .pdf  - 203 Kb]
   
Riferimenti (ALT+"D")
Data Pubblicazione sul portale: 22 Giugno 2007
Siti web di Riferimento: Autorità Portuale di Taranto, S.E.A.P.
Fonte: Dipartimento di Scienze Economiche - Università degli Studi di Bari
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Territorio
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 5,869 volte
Letto: 1 volte