Ampliati i termini del Bando per le Infrastrutture nelle zone industriali

Immagine associata al documento: Ampliati i termini del Bando per le Infrastrutture nelle zone industriali Sono stati ampliati di un mese i termini per la presentazione delle domande per il bando "Iniziative per le infrastrutture di supporto degli insediamenti produttivi", l'undicesimo della manovra anticrisi varata dall'Assessorato allo Sviluppo economico.
Le proposte potranno essere presentate, anziché dal mese di ottobre, già dal I settembre 2009.
"A determinare la decisione" - ha spiegato la Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone - il grande interesse mostrato dai Comuni che con i Consorzi ASI, le Aree di Sviluppo Industriale, sono i destinatari del bando".

La nuova data compare sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 117 del 30 luglio 2009, che riporta i termini 1-30 settembre. Con una determina dirigenziale, la scadenza del bando sarà riportata comunque al 30 ottobre, in modo da raddoppiare il tempo a disposizione di Enti Locali ed ASI per la presentazione dei progetti.
Il Bando, come annunciato alla stampa il 22 luglio, mette a disposizione 60 milioni di risorse pubbliche per dotare le zone industriali di strade, illuminazione, reti energetiche e per la fornitura di acqua industriale, video sorveglianza, infrastrutture ICT, ma anche mense, centri diurni per l'infanzia, nidi. I destinatari diretti sono gli Enti locali e i Consorzi ASI, che si metteranno in gara per poter ricevere le risorse messe a disposizione dal bando. Saranno loro, dopo essersi aggiudicati i finanziamenti, a provvedere all'organizzazione di gare d'appalto a favore delle imprese locali per assegnare i lavori nelle zone industriali. Le risorse disponibili sono destinate per metà ad interventi in aree esistenti, per metà a nuove aree, mentre il contributo regionale non potrà superare i 4milioni a progetto.

Per poter accedere al bando occorre connettersi con il portale www.sistema.puglia.it, aprendo, dalla sezione "Bandi Attivi", la pagina "Insediamenti Produttivi - Aree Pip", quindi, seguendo le linee guida, compilare la domanda (firmata dal legale rappresentante del Comune o del Consorzio Asi) allegando la documentazione richiesta.

La proposta dovrà poi essere trasmessa con plico postale raccomandato (a "Regione Puglia - Area Politiche per lo Sviluppo economico, Lavoro, Innovazione - Servizio Artigianato PMI Internazionalizzazione - Corso Sonnino 177 - 70121 Bari").
Gli allegati A B C e D, generati on line attraverso il portale www.sistema.puglia.it, devono essere inviati per posta elettronica certificata (pec) all'indirizzo bando.pip@pec.rupar.puglia.it, con firma digitale del Responsabile di Procedimento. Per scaricare la planimetria della zona industriale oggetto dell'intervento, occorre connettersi al Sit, il Sistema informativo territoriale (www.sit.puglia.it), e dopo averla integrata con i dati del progetto, inviarla via pec insieme agli altri allegati.

Novità anche per l'Avviso "Sostegno allo Start up di microimprese", che mette in campo 43 milioni di euro per consentire a soggetti svantaggiati di aprire un'impresa: l'invio delle domande è stato sospeso alle 12,00 di oggi 31 luglio.
"Vista l'enorme mole di richieste - ha chiarito Loredana Capone - , via web ne sono arrivate 448 complete e 295 in lavorazione, ci sembra che siano state superate le disponibilità. Quindi abbiamo ritenuto opportuno fare delle verifiche. Dopo averle ultimate, vedremo se sarà il caso di disporre la riapertura".

Comunicato Stampa       - [Scarica  .doc  - 146 Kb][Apri   .doc ]       
 
Riferimenti (ALT+"D")
Data Pubblicazione sul portale: 12 Dicembre 2008
Fonte: Area Politiche per lo Sviluppo Economico, il Lavoro e l'Innovazione
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 10,363 volte
Letto: 69 volte