Mazzarano presenta la graduatoria definitiva del bando Innonetwork

Immagine associata al documento: Mazzarano presenta la graduatoria definitiva del bando Innonetwork 107 nuovi ricercatori lavoreranno per 18 mesi nei 24 progetti già finanziati

Tutela e monitoraggio dell'ambiente, assistenza agli anziani, educazione alimentare, micro, nano e biotecnologie utilizzate per il monitoraggio domestico e per la prevenzione e la gestione della malattia e della cura, materiali avanzati per l'innovazione del sistema produttivo regionale sono solo alcune delle tematiche che affronteranno i 24 progetti finanziati dal bando Innonetwork con una prima dotazione di circa 30 milioni.

"Siamo molto soddisfatti della qualità dei progetti presentati e in particolare dei 62 ritenuti ammissibili - ha detto l'assessore allo Sviluppo Economico Michele Mazzarano - ma bisogna apprezzare anche al lavoro svolto dalla struttura regionale e da InnovaPuglia per aver concluso l'istruttoria del bando in tempi rapidi. È stato un grande processo di ascolto delle esigenze del territorio che ha portato a un risultato di certificata qualità e ha garantito condizioni di assoluta trasparenza dell'attività amministrativa."

"Ma siamo soprattutto soddisfatti - ha continuato l'assessore - di poter garantire 18 mesi di attività a tempo pieno a 107 nuovi ricercatori che saranno impegnati nello sviluppo delle soluzioni innovative già finanziate e che ci auguriamo di poter presto raddoppiare aumentando la dotazione di risorse del bando. Perché la nostra priorità è l'occupazione, e per questo motivo faremo ogni sforzo per reperire ulteriori risorse che ci permettano di scorrere la graduatoria e finanziare il maggior numero di progetti tra quelli ritenuti ammissibili."

Approvata con determinazione del dirigente sezione ricerca innovazione e capacità istituzionale n. 124 del 16 ottobre 2017, la graduatoria definitiva del bando Innonetwork - lanciato nel marzo scorso - è stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n° 120 del 19 ottobre 2017. In questi mesi, sono state esaminate attentamente le 117 candidature pervenute e ben 62 tra di esse sono state ritenute ammissibili a finanziamento. Per garantire un processo di selezione oggettivo e di qualità, si è fatto ricorso a esperti esterni che hanno contribuito anche ad accertare le condizioni di inammissibilità dei progetti, negli importi del finanziamento ritenuto concedibile o nei punteggi, e a soddisfare le richieste di informazioni circa le valutazioni effettuate. È stata puntualmente verificata ogni questione di merito posta, per favorire l’assoluta trasparenza degli atti amministrativi garantendo, nel contempo, la qualità dei risultati in un tempo congruo alla complessità della procedura. Tale attività ha consentito, tra l'altro, la correzione di eventuali errori materiali riscontrati.

I progetti già finanziati svilupperanno un volume di spesa di oltre 41 milioni di euro delle 146 imprese interessate. Nel partenariato dei progetti sono stati coinvolti 11 centri di ricerca pubblici, distribuiti in 49 partecipazioni alle iniziative, e 2 organizzazioni di ricerca private per 5 partecipazioni. Territorialmente la maggior parte dei progetti ha la capofila con sede legale a Bari (13 imprese), ma tutti i territori pugliesi avranno ricadute benefiche dall’iniziativa. Per quanto riguarda i temi: 9 progetti affrontano problematiche connesse alla salute e al benessere, 8 offrono soluzioni per le città e i territori sostenibili, 3 per la sicurezza alimentare e l’agricoltura, 2 ciascuna rispettivamente per lo sviluppo culturale e l’energia sostenibile. “La Regione Puglia continua a puntare sull’innovazione e a favorire l’occupazione di giovani qualificati, consapevole che è questa l’unica strada che può garantire al sistema delle imprese pugliesi di sostenere il confronto con un mercato sempre più complesso e competitivo. Per questo la nostra scelta di strategia industriale - ha concluso l'assessore Mazzarano - è di intensificare e razionalizzare interventi e finanziamenti che premiano la ricerca e la qualità delle soluzioni”.

Scarica il Comunicato Stampa   - [Scarica  .pdf  - 115 Kb]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 20 Ottobre 2017
Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Ricerca e Innovazione Tecnologica, Politiche per lo Sviluppo, Innonetwork
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 532 volte
Letto: 1,319 volte