Sebastiano Leo: "Ecco le nuove disposizioni per il riconoscimento e l'autorizzazione dei corsi di formazione professionali autofinanziati"

Immagine associata al documento: Sebastiano Leo: "Ecco le nuove disposizioni per il riconoscimento e l'autorizzazione dei corsi di formazione professionali autofinanziati" La Giunta regionale di ieri- come hanno puntualmente riportato AGIERREFAX e Press Regione, su proposta dell'assessore regionale al Lavoro, all'Istruzione e alla Formazione Sebastiano Leo, ha approvato le "Nuove disposizioni per il riconoscimento e l'autorizzazione dei corsi di formazione professionale autofinanziati".

"Con questo atto - commenta oggi l'assessore - la Regione si riappropria della paternitą del sistema della formazione professionale autofinanziata in Puglia, in passato delegata alle Province, in considerazione del profondo cambiamento dell'assetto istituzionale avviato dall'amministrazione con le Leggi regionali sul riordino delle funzioni.

"Un lavoro complesso - continua l'assessore - che ha portato all'elaborazione di un documento di sintesi, in un processo di governance unitario, che riorganizza il sistema della formazione dei corsi liberi in Puglia, introducendo nuove regole ed elementi innovativi, all'insegna della semplificazione amministrativa dei procedimenti della formazione autofinanziata, che sarą d'ora in avanti in capo alla Regione Puglia per tutti gli Organismi Formativi che operano sul territorio pugliese.

"Con questo importante provvedimento - prosegue l'assessore - gli organismi formativi che intendono erogare attivitą di formazione professionale autonomamente finanziata sul territorio pugliese dovranno inoltrare direttamente alla Regione le istanze relative ai procedimenti di accreditamento degli Organismi Formativi e delle sedi operative e quelle relative al riconoscimento e alle autorizzazioni dei progetti, alla costituzione delle commissioni d'esami e al rilascio degli attestati."

Novitą tra le pił significative: gli enti di formazione che otterranno il riconoscimento dei progetti non dovranno pił presentare istanza per un progetto-corso che sia stato precedentemente riconosciuto, a meno di variazioni normative o modifiche degli standard formativi disposti dalla Regione Puglia. I corsi riconosciuti, dunque, costituiranno il catalogo dell'offerta formativa autofinanziata di ciascun soggetto proponente, validati dalla Regione, secondo le nuove disposizioni.

"Con questa azione- dice ancora Leo- la Regione Puglia segna l'avvio di un percorso nuovo, intrapreso dopo il complicato e delicato passaggio dei procedimenti dalle Province, cui erano un tempo attribuiti, alla Regione. Abbiamo voluto, da un lato consolidare e armonizzare il sistema regionale di certificazione delle competenze allo scopo di renderlo sempre pił coerente con i repertori regionali delle figure professionali e dei percorsi normati, dall'altro introdurre elementi innovativi per un adeguamento della normativa in materia al contesto nazionale di riferimento. Nel periodo di validitą degli accordi sottoscritti dalle province di Foggia, Lecce e Brindisi, in materia di formazione professionale per l'esercizio provvisorio delle funzioni - chiarisce, infine, l'assessore - gli atti di gestione successivi e necessari, dopo quello di riconoscimento del corso adottato dalla Regione, saranno assunti dai rispettivi dirigenti provinciali, nel rispetto delle disposizioni regionali: una scelta funzionale a semplificare la gestione della formazione autofinanziata, avvalendosi di professionalitą e competenze gią presenti."

Scarica il Comunicato Stampa       - [Scarica  .pdf  - 114 Kb]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 03 Agosto 2017
Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Formazione Professionale, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 301 volte
Letto: 556 volte