Istat - Commercio con l'estero e prezzi all'import dei prodotti industriali

Immagine associata al documento: Istat - Commercio con l'estero e prezzi all'import dei prodotti industriali Rispetto al mese precedente, a maggio 2017 si registra un aumento sia per le importazioni (+3,2%) sia per le esportazioni (+1,2%).

La crescita congiunturale dell'export è determinata dall'incremento delle vendite sia verso i mercati extra Ue (+2,2%) sia, in misura minore, verso l'area Ue (+0,4%). Tutti i raggruppamenti principali di industrie sono in aumento, a eccezione dell'energia (-16,7%).

Nel trimestre marzo-maggio 2017, rispetto al trimestre precedente, l'aumento dell'export (+2,0%) coinvolge entrambe le principali aree di sbocco, con una crescita più intensa per i paesi Ue (+2,5%), rispetto all'area extra Ue (+1,5%). Nello stesso periodo le importazioni registrano una crescita inferiore a quella delle esportazioni (+1,5%).

A maggio 2017 la crescita tendenziale dell'export (+13,1%) riguarda sia l'area extra Ue (+13,9%) sia quella Ue (+12,6%); l'aumento dell'import (+17,5%) è determinato da entrambe le aree di sbocco (+22,3% per l'area extra Ue e +14,2% per l'area Ue).

Per quanto riguarda i settori che contribuiscono in misura più rilevante alla crescita dell'export, incrementi significativi si registrano per metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+15,5%), macchine e apparecchi n.c.a. (+12,2%) e prodotti tessili e dell'abbigliamento, pelli e accessori (+9,1%). Rispetto ai principali mercati di sbocco, si segnala la marcata crescita tendenziale delle esportazioni verso Stati Uniti (+16,0%), Francia (+12,5%) e Germania (+12,4%).

A maggio 2017 il surplus commerciale è di 4,3 miliardi (+5,0 miliardi a maggio 2016).

Nei primi cinque mesi dell'anno l'avanzo commerciale raggiunge 14,6 miliardi (+28,8 miliardi al netto dei prodotti energetici) con una sostenuta crescita sia per l'export (+8,0%) che per l'import (+11,7%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Nel mese di maggio 2017 l'indice dei prezzi all'importazione dei prodotti industriali diminuisce dello 0,8% rispetto al mese precedente e aumenta del 2,7% nei confronti di maggio 2016.

L'aumento tendenziale dei prezzi all'importazione è condizionato dalla dinamica del comparto energetico della zona non euro. Al netto della componente energetica, la variazione tendenziale è pari all'1,7%.

Nota. Il 17 luglio 2017 le serie storiche dei prezzi all'import e le serie ATECO dei prezzi all'import in download sono state sostituite poiché nelle procedure di popolamento delle tabelle lo slineamento di alcuni record della classe ATECO 2740 ha causato un errore nelle ultime due righe delle Tabelle 1 e 2.

Scarica il Documento Istat       - [Scarica  .pdf  - 600 Kb]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 17 Luglio 2017
Fonte: Istat-Istituto Nazionale di Statistica
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Economia, Imprese, Commercio
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 9 volte
Letto: 44 volte