Inaugurata al Salone del Mobile di Milano la mostra "Puglia crossing identities"

Immagine associata al documento: Inaugurata al Salone del Mobile di Milano la mostra "Puglia crossing identities"
Emiliano e Capone "Qui il meglio della creatività made in Puglia"

Il meglio della creatività e dell'innovazione made in Puglia nella mostra "Puglia crossing identities", voluta dalla Regione Puglia e in esposizione al Salone Internazionale del Mobile fino al 9 aprile 2017.
È stata inaugurata stamattina a Milano dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e dall'assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone.
Gli oggetti esposti sono frutto di un percorso di collaborazione tra 36 designer pugliesi e 22 imprese, gli uni hanno creato e gli altri hanno prodotto arredi e complementi ispirati al tema dell'accoglienza e della ricettività turistica.

"Ci sono dei giovani strepitosi che hanno fatto cose fantastiche", ha detto il presidente Emiliano. "Noi stiamo solo provando a mettere in contatto questi designer pugliesi con la filiera industriale sperando che le loro carriere poi si sviluppino secondo il loro talento. È un'emozione grandissima. Hanno fatto dei lavori magnifici che sono contenuti nel catalogo che tutti potranno trovare nei siti della Regione Puglia. In questo modo pensiamo di aver fatto il nostro dovere essenziale, quello di consentire alla generazione successiva di cominciare la propria vita produttiva e l'abbiamo fatto nella seconda città della Puglia che è Milano dove ci sentiamo a casa. Sentiamo che questa città protegge la nostra capacità produttiva, la nostra fantasia e soprattutto ci rispetta".
"Sfondare a Milano - ha aggiunto Loredana Capone - per la Puglia significa entrare in un luogo internazionale in cui abbiamo la possibilità di investire veramente sui giovani, sulle nostre imprese e contemporaneamente sul design, sulla ricerca, sull'innovazione, sulla capacità di far vedere la Puglia per le strutture ricettive e per la creatività come un luogo di accoglienza. Perché questo è la Puglia: un luogo accogliente e dinamico che sa investire sulla qualità dei propri talenti, che sa valorizzare il suo paesaggio, per il quale ci battiamo con tutte le nostre forze, e al contempo aiutare gli imprenditori a realizzare quelle attività di qualità che tutti chiedono, sia le imprese che vogliono investire in Puglia, sia i turisti che vogliono venire qui a passare una vacanza".

Tra gli oggetti esposti grandi tavoli che si trasformano in tavolieri dotati di mattarello o si piegano come origami, arredi componibili in innumerevoli forme, persino una struttura da campeggio costituita da moduli esagonali e pentagonali il cui design è l’evoluzione delle luminarie. Un vaso, diventa seduta e anche tavolino, mentre un letto che contiene armadio, cassetti, comodini e illuminazione in un unico blocco dal design elegante, risolve con creatività il problema degli spazi nelle minuscole camere da letto di oggi. Ci sono anche poltrone, divani e appendiabiti, madie, tavolini e ceramiche, librerie ed ombrelloni, tessuti e fioriere. Gli oggetti, nel progetto espositivo curato dallo studio di architettura “Migliore+Servetto Architects”, sono inseriti all’interno di nove diversi scenari: cinema, memoria, musica, paesaggio, poesia, profumi, sport, sapori e tempo che uniscono immagini, proiezioni e prodotti in scene che riprendono comportamenti abitativi legati al tema dell’incontrare nel contesto regionale pugliese.
La Puglia è presente all’interno del Salone (unica Regione italiana), grazie all’accordo quadro sottoscritto l’anno scorso con l’associazione italiana di settore FederlegnoArredo.
La mostra “Puglia crossing identities” è la nuova declinazione del progetto Design in Puglia, promosso da Regione Puglia (Sezione Internazionalizzazione con il supporto operativo di Puglia Sviluppo Spa) in collaborazione con Adi l’Associazione per il Disegno Industriale -Sezione Puglia e Basilicata, Politecnico di Bari e i distretti produttivi Puglia Creativa e Legno Arredo Pugliese.
È visitabile tutti i giorni fino al 9 aprile dalle 9,30 alle 18,30 Milano (Fiera Milano Rho, pad. 18 – stand C02-C06).

Il settore del legno e arredo in Puglia
In Puglia sono più di 3.210 le imprese che operano nel settore del legno-arredo e impiegano quasi 19mila addetti. Dopo anni di crisi le esportazioni pugliesi nel settore del legno-arredo riprendono a crescere nel 2016 dell’1,3% rispetto al 2015 per un valore complessivo di oltre 402 milioni di euro. Anche l’Italia cresce nello stesso periodo, dell’1,1%. La Puglia incide sul dato export italiano per il 3,6%. Le imprese impegnate nel comparto del design rappresentano il 3,3% delle aziende italiane di settore, collocando la Puglia in vetta con la Campania tra le regioni del Mezzogiorno.

I designer
I creativi autori dei progetti esposti sono Giulia Abbadessa di Bitonto (Ba), Vincenzo Amendolagine di Corato (Ba), Marco Balestra di Taranto, Maurizio Barberio di Bari, Micaela Colella di Polignano a Mare (Ba), Graziana Calabrese di Fasano (Br), Maurizio Campanella di Castellana Grotte (Ba), Anna Maria Cardillo di Foggia, Piertito Cardillo di Trani (Bt), Cleto Luca Chieco di Bari, Gabriele Maria Cito di Taranto, Gianfranco Conte di Surbo (Le), Maria Lorenza Dadduzio di Barletta (Bt), Valentina De Carolis di Pezze di Greco (Br), Michelangelo De Santoli di Terlizzi (Ba), Costanza Dellerba di Cerignola (Fg), Giuseppe Fallacara di Corato (Ba), Eliana Ferulli di Altamura (Ba); Francesco Fusillo di Noci (Ba), Monica Gisondi di Bisceglie (Bt), Paola Iacobellis di Bari, Roberta Ieva di Trani (Bt), Concetta Lauriero di Altamura (Ba), Gabriella Mastrangelo di Massafra (Ta), Vincenzo Minenna di Bitonto (Ba), Ubaldo Occhinegro di Taranto, Micaela Pignatelli di Altamura (Ba), Filippo Pisculli di Altamura (Ba), Marcello Retino di Bari, Adalgisa Romano di Galatina (Le), Giuseppe Scarpa di Trani (Bt), Marco Stigliano di Trani (Bt), Antonio Surdo di Corigliano d’Otranto (Le), Luca Paolo Vasa di Matino (Le), Arianna Vivenzio di Bari, Alessio Zanzarella di Sava (Ta).

Le aziende
La realizzazione dei progetti è stata affidata alle aziende: Ametlab di Martina Franca (Ta), Arredamenti Moderni di Monopoli (Ba), Cinzia Fasano Ceramiche di Grottaglie (Ta), Cubo Rosso di Gravina di Puglia (Ba), D’Ambruoso Arredamenti di Conversano (Ba), De Bartolo Arredamenti di Bari, Fiorebanisteria di Altamura (Ba), Frigerio Living di Capurso (Ba) Infissi nel Sud – Ebanisteria italiana di Bari, Kermes Divani di Altamura (Ba), Kubico di Galatina (Le), La terra Incantata di Grottaglie (Ta), Laboratoriomaslo di Sava (Ta), Maria Concetta Malorzo “Vetri d’Arte” di Brindisi, Nuova Golden Marmi di Ostuni (Br), Parisi Design di Taurisano (Le), Pimar Italian Limestone di Cursi (Le), Rete Smetwork di Bari, Sikalindi di Lecce, Styl Point di Manduria (Ta), Wood Pallet Design di Castellana Grotte (Ba), WoodTec di Ruvo di Puglia.

Scarica il Comunicato Stampa   - [Scarica  .pdf  - 101 Kb]       
 
Gli Allegati (ALT+"D")
Data Pubblicazione sul portale: 05 Aprile 2017
Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Imprese, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 61 volte
Letto: 315 volte