Fiera del Levante, dal padiglione della Regione Puglia un contributo per salvare vite

Immagine associata al documento: Fiera del Levante, dal padiglione della Regione Puglia un contributo per salvare vite I cittadini pugliesi sono sempre più consapevoli di quanto sia importante la prevenzione. A confermarlo, il grande successo che ha ottenuto il padiglione istituzionale della Regione Puglia in Fiera del Levante, dedicato quest'anno al tema della salute.
Nello stand 'Puglia, una regione per star bene', è stato possibile diagnosticare, per la prima volta nella storia della Campionaria, quattro casi di melanoma su cui ora sarà possibile intervenire in tempo e ottenere una guarigione completa.
I casi di tumore sono stati riscontrati nell'ambito della campagna "Controlla i tuoi nei", realizzata in collaborazione con il Policlinico di Bari che ha messo a disposizione una equipe di 20 medici che hanno eseguito oltre 215 visite esaminando circa 2.300 nei con il dermatoscopio digitale installato nel camper presente in Fiera. Oltre ai quattro casi di melanoma, sono state diagnosticate anche molte cheratosi attiniche (lesioni della pelle precancerose) e diverse decine di basaliomi (neoplasie cutanee) e altri tumori benigni della cute.
"Dedicare lo spazio istituzionale di una campionaria ad un tema come quello della salute e dei corretti stili di vita - ha detto il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola - è stata una sfida tutt'altro che semplice per l'enorme sforzo organizzativo. Oggi possiamo raccontare una storia a lieto fine che può essere l'incipit di nuove storie e di nuove speranze. Abbiamo investito in un ambiente sociale accogliente portando l'innovazione a contatto dei cittadini. Molti di essi hanno appreso dai nostri medici l'alfabeto dei corretti stili di vita. Hanno saputo in pochi minuti se per stare meglio avevano bisogno di proteine, di acqua o di grassi.
Ma abbiamo fatto anche di più: abbiamo dimostrato come sia semplice sottoporsi ad una diagnosi precoce di uno dei tumori più devastanti. Quest'attività ha confermato nei fatti che la prevenzione salva la vita. Tutto il lavoro servito ad allestire un padiglione così complesso ha abbondantemente dato i suoi frutti. E non c'è gioia più grande".
Ma il tema della salute, affrontato attraverso il filo conduttore della ricerca e dell'innovazione, ha portato nel padiglione della Regione 2.500 persone che hanno partecipato attivamente alle varie attività come i workshop e i convegni, usufruendo anche dei servizi a loro disposizione.
Tra i più gettonati, c'è l'esame dal nome tanto difficile quanto utile al benessere: la Bioimpedenziometria, ovvero una visita per la valutazione della composizione della massa corporea (grassa, magra e della sua idratazione). A volerlo eseguire sono stati in 300, grazie al lavoro di 20 dietisti, 10 biologi e 15 laureati in Scienze motorie.
A questi professionisti della Società italiana dell’obesità, nel padiglione si sono aggiunti i medici del servizio Igiene alimenti e nutrizione delle Asl pugliesi.

L’interesse per le tematiche affrontate ha portato anche a una maggiore interazione sulla pagina facebook della Regione Puglia, che nei giorni della Campionaria ha visto un incremento del 130,7%, con un coinvolgimento quotidiano di 37.122 utenti, per un aumento della community di base di 300 nuovi contatti al giorno.

Ma la salute, si sa, passa anche attraverso la corretta alimentazione alla quale la Regione Puglia ha dedicato diverse attività a cui hanno partecipato 1.400 alunni. Mentre sono state 1.000 le persone che hanno chiesto informazioni al front office sui corretti stili di vita.

Grande l’interesse anche per le attività dei workshop, dei convegni e delle presentazioni dei bandi dedicati in particolare alla internazionalizzazione. Sul portale ‘Sistema Puglia’, infatti, sono state 1.711 gli utenti che si sono iscritti per partecipare. Inoltre, sono state 27 le imprese, tra ‘start up’ innovative, ‘spin off’ e reti di laboratori, che hanno presentato i loro progetti e percorsi di ricerca agli attori del sistema sanitario regionale, registrando un totale di circa 300 presenze. Anche per quanto riguarda lo sport, i pugliesi non si sono fatti desiderare e all’invito di trascorrere un pomeriggio di sport in Fiera con il Coni, hanno risposto più di 200 bambini e ragazzi. Ottima la partecipazione anche agli eventi dedicati alle politiche sociali. Tutti i 45 Ambiti territoriali pugliesi (aggregati di più Comuni) hanno partecipato alla giornata dedicata alla assistenza tecnica per il ‘Piano di Azione e Coesione-Servizi di cura’; mentre al convegno di presentazione ufficiale del ‘Piano Regionale per le Politiche Sociali’, sono intervenute oltre 200 persone.

Ai desk per i Buoni servizio di conciliazione, invece, si sono rivolti complessivamente circa 300 nuclei familiari, amministratori e funzionari di Comuni e Asl, e referenti di diverse associazioni. Per le info sui ‘Progetti di vita indipendente’, invece, i desk dedicati hanno avuto circa 50 contatti di richieste mirate.

Anche chi non ha potuto raggiungere fisicamente il quartiere fieristico, è riuscito comunque ad ascoltare ogni giorno, dalle 10 alle 19, le dirette radiofoniche ospitate nel truck di ‘Radionorba’ che ha trasmesso le notizie di sei tra le più importanti emittenti nazionali e locali (Radio24, Radionorba, Controradio, Radio Città Futura, Radio Selene e Ciccioriccio). Tutte hanno dato voce ai giovani vincitori dei progetti realizzati in questi ultimi anni dalla Regione e ai promotori delle iniziative che hanno determinato un forte impulso per l’occupazione e l’economia regionale.

Scarica la versione in pdf del Comunicato Stampa   - [Scarica  .pdf  - 361 Kb]       
 
Data Pubblicazione sul portale: 22 Settembre 2013
Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia
Aree Tematiche: Sistema Puglia, Fiera del Levante 2013, Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia
Scaricato: 229 volte
Letto: 952 volte